REGIONI – Emilia Romagna: in crescita i farmer’s market

SANITA’ – Farmacie: Italia fuori da condizioni Ue

26 maggio 2010 Comments (0) Approfondimenti

INNOVAZIONE – Unioncamere: premiate le idee-progetto

Dal cassonetto intelligente che incentiva la raccolta differenziata abbattendo i costi della tassa sui rifiuti al poggiatesta superconfortevole che assicura viaggi in auto comodissimi e sicuri anche a chi ha problemi di disabilita, alla lampada che da fonte di luce diventa “forma” di luce. C’e tanta attenzione alle persone diversamente abili e alla tutela dell’ambiente nei progetti dei giovani delle scuole superiori, premiati alla V^ edizione del Premio Unioncamere “Scuola, creativita e innovazione” nell’ambito del programma di Alternanza Scuola Lavoro. L’iniziativa, indetta da Unioncamere e realizzata grazie all’apporto del sistema camerale, si e conclusa con la premiazione dei 15 progetti vincitori: 5 per ciascuna delle sezioni “Prodotti innovativi”, “Servizi innovativi” e “Design innovativo”. La cerimonia di premiazione e stata inserita all’interno del convegno sull’alternanza scuola-lavoro, progetto su cui le Camere di commercio, in accordo con il Ministero dell’Istruzione, operano fin dal 2003 coinvolgendo 11.550 studenti, quasi 3mila aziende, 400 Scuole superiori ed investendo oltre 15 milioni di euro. La recente riforma del sistema camerale ha introdotto tra le loro funzioni specifiche anche la cooperazione con le istituzioni scolastiche e universitarie in materia di alternanza nonche di orientamento formativo e professionale. Proprio per rilanciare e rafforzare questa collaborazione tra Camere di Commercio e Ministero dell’Istruzione, Unioncamere ha realizzato l’incontro odierno, presentando il bilancio di 7 anni sul tema dell’alternanza scuola-lavoro.

Sette anni di collaborazione tra Camere di commercio e Ministero dell’Istruzione in materia di Alternanza Scuola-Lavoro hanno visto coinvolti 11.550 studenti, 2.900 aziende e 400 Scuole superiori nel programma. Tra il 2003 ed il 2009, grazie agli 88 Sportelli per l’alternanza costituiti dalle Camere di commercio, sono stati attivati circa 2.500 percorsi (della durata media di 130 ore), di cui solo nell’ultimo anno 600, coinvolgendo l’8% di tutte le scuole superiori italiane, dai licei agli istituti tecnici e professionali). A 15 milioni di euro ammonta il finanziamento messo in campo dalle Camere di commercio per la realizzazione di queste iniziative, ai quali sono da aggiungere i cofinanziamenti ministeriali attraverso gli Uffici Scolastici Regionali. Oggi, inoltre, il portale internet specializzato per l’alternanza (Polaris), grazie al quale lavorano insieme le scuole, le imprese, le Camere di commercio conta un database di quasi 50 mila schede. Inoltre, 198 progetti iscritti (86 per la sezione Prodotti, 79 per i Servizi e 33 per il DESIGN), provenienti da 154 istituti scolastici di 71 province che hanno coinvolto circa 1500 studenti partecipanti accompagnati da 257 docenti tutor. Attraverso due fasi di selezione (una intermedia e una finale) sono stati individuati i progetti finalisti (37) e tra questi selezionati i quindici progetti (5 per ogni sezione, P S e D) e gruppi di studenti vincitori di questa V edizione. Il Premio riconosce ai gruppi di studenti classificati ai primi cinque posti di ciascuna delle 3 Sezioni le seguenti borse-premio: al primo progetto classificato 7.000,00 euro, ai successivi quattro 2.000,00 EUR ciascuno. Ai docenti tutor di ciascun gruppo di studenti ammesso alla terza fase del premio viene corrisposto un compenso lordo complessivo di 1.200,00 euro per l’attivita di assistenza fornita nella fase di elaborazione dei progetti finali. Inoltre, ciascuno dei quindici Istituti scolastici, ai quali appartengono i gruppi di studenti vincitori, ottiene l’importo lordo di 500,00 euro a titolo di riconoscimento del risultato conseguito.

I cinque premiati della sezione Prodotti: Primo classificato: Help the Human Hope – Istituto Tecnico Industriale “Galileo Galilei”, Bolzano: un particolare poggiatesta formato da un supporto testa-schiena e da un accessorio di aggancio al sedile. Nata come risposta di alcuni allievi del corso di meccanica per aiutare un compagno portatore di handicap, il poggiatesta, in via di brevettazione, e indicato per il trasporto di disabili o per viaggi di lungo percorso, fornendo massimo comfort e massima sicurezza.

Secondi classificati ex-aequo per la sezione Prodotti: Waves bag – Istituto Professionale “Galileo Ferraris”, di Biella: sicurezza in mare prima di tutto. I Waves Bag sono capi da surf (mute estive e invernali) a cui e applicato un sistema di sicurezza costituito da una sacca gonfiabile tipo air bag, attivata mediante lo strappo di una linguetta, nel momento in cui si presenti una condizione di pericolo. Water up – Istituto Tecnico Industriale “Gugliemo Marconi” di Lugo (Ravenna): un sopralzo asportabile per apparecchi sanitari, dotato di un servo-sistema che accompagna il movimento dell’utente inabile. La struttura puo usufruire di dispositivi, come i braccioli ergonomici, oltre a un telecomando e sensori utili ad elevarne il grado di automazione. Solar Mobile – Istituto Tecnico Industriale “Luigi Bucci” di Faenza (Ravenna): un tempo era l’olio di gomito ad assicurare pulizia alle superfici. Solar e, invece, un collettore mobile termico-solare in grado di produrre e fornire acqua calda negli spazi aperti e percorribili da un supporto su ruote, tramite lo sfruttamento dell’energia solare per mezzo di un sistema mobile applicabile alla pulizia domestica o industriale (dalla nautica, agli stabilimenti balneari o ai camping). Etichetta d’avvertimento di prodotti in scadenza – Ist. Tec. Ind. “A Righi” di Chioggia (Venezia): una sorta di cartina di tornasole per la sicurezza alimentare, che evidenzia immediatamente la freschezza dei prodotti. Una valida tutela soprattutto per persone anziane o ipovedenti. Applicata su confezioni Tetrapak, buste, vaschette o brick dei prodotti alimentari a deperimento veloce, l’etichetta cambia colore in funzione dell’acidita del prodotto, rivelandone cosi lo stato di conservazione. Anche i non vedenti possono riconoscere il prodotto scaduto, mediante l’aggiunta di un «cuscinetto lievitante» fornito di caratteri braille.

I cinque premiati della sezione Servizi. Primo classificato: C.IA – Cassonetto intelligente ambientalista – Istituto di Istruzione Superiore Statale «Gianfrancesco Cigna», Mondovi (Cuneo: come migliorare la raccolta differenziata dei rifiuti rendendola piu efficace e meno onerosa per i cittadini? Con l’aiuto dell’informatica. Il comune cassonetto dell’immondizia diventa infatti capace di riconoscere ciascun cittadino tramite scheda magnetica ma anche di immagazzinare i dati relativi alla massa di rifiuto differenziato gettato. I dati vengono caricati in un database presso il gestore del servizio, che associa al singolo cittadino un credito – detraibile dalla tassa comunale – in base alla quantita di rifiuti differenziati.

Secondi classificati ex-aequo: Precision farmin: gps in campo – Istituto di Istruzione Superiore Statale “Angelo Vegni” – Capezzine di Centoia di Cortona (Arezzo): agricoltura e tecnologia, un mix vincente per la soluzione di importanti problematiche agricole. Il servizio parte dalla realizzazione di una carta tematica delle aziende agricole su base catastale. Il documento cartografico, caricato su ricevitore satellitare GPS, e in grado di guidare e ottimizzare lo spargimento dei materiali zootecnici sui terreni aziendali, consentendo all’operatore agricolo di mantenere la giusta direzione e di rispettare i confini di dispersione dei prodotti concimanti. Olografia e multimedia – Istituto Tecnico Industriale Statale “Galileo Galilei” di Arezzo: all’interno di un diorama (un’ambientazione in scala che ricrea scene di vario genere) si «materializzano» in forma tridimensionale oggetti e personaggi che interagiscono tra di loro e con lo spettatore. Il merito della “magia” e da attribuire alle tecnologie multimediali, agli effetti ottici, agli schermi olografici e alle proiezioni virtuali di immagini reali. Il tutto realizzato con materiali poveri e budget contenuti. Navicula axis -Istituto di Istruzione Superiore “Vittorio Bachelet” di Abbiate Grasso (Milano): recupero, monitoraggio e valorizzazione di beni culturali grazie all’utilizzo delle tecnologie multimediali. Il servizio si avvale della moderna tecnologia del restauro e della diagnostica applicata alle antiche edicole e tabernacoli per allestire una campagna di formazione e sensibilizzazione culturale, artistica e ambientale, elaborando schede di restauro virtuale e forme di comunicazione video multimediali. Cars angels – Istituto Tecnico Industriale Statale “Gerolamo Cardano”, di Pavia: un “angelo custode” per le nostre auto. Cars angels e servizio di sorveglianza che introduce la “visione artificiale” dell’autoveicolo, grazie all’installazione di un sensore ottico omnidirezionale posizionato all’interno dell’abitacolo che registra qualunque tipo di problematica: dal furto ai danni gravi ai piccoli graffi, fino all’identificazione di un eventuale altro mezzo coinvolto nell’incidente.

I cinque premiati della sezione Design. Primo classificato: Lediplax – Liceo Artistico “Felice Casorati”, Romagnano Sesia (Novara): il design e la creativita creano l’illuminazione in una fusione con l’oggetto e la materia. Una comune lampada, da fonte di luce, diventa «forma di luce»: l’intera struttura fornisce differenti gradi di luminosita a seconda del bisogno, per ricreare l’atmosfera desiderata. La lampada da scrivania «Lediplax», realizzata in metallo e plexiglass, e stata pensata per gli ambienti di lavoro, gli uffici e i luoghi adibiti a relax.

Secondi classificati ex-aequo per la sezione Design. Totem appendiabiti – Istituto Statale d’Arte di Galatina (Lecce): un appendiabiti mitologico, con la testa – a tentacoli- di Medusa, che non pietrifica ma rivitalizza un oggetto spesso relegato in un angolo di casa, rendendolo un elemento di arredo. Da mostrare anziche nascondere perennemente sotto giacche e cappotti. Totem – Istituto di Istruzione Secondaria Superiore, Istituto d’Arte di Milazzo (Messina): dalla Sicilia, una sintesi di elementi primordiali, come la terra e il fuoco, fusi in un’armonia di forme sinuose e di giochi di luce, che offrono sensazioni e reminiscenze emozionanti. La lampada Totem presenta un design a forme sovrapposte, che puo scomporsi per fornire anche diversi punti luminosi nell’ambiente. New design fotovoltaico – Istituto Tec. Commerciale e Geometri “G. Spagna”, di Spoleto (Perugia): fotovoltaico si, ma personalizzabile. Il progetto riguarda pannelli fotovoltaici con forme e colori differenti, personalizzabili su richiesta del cliente, che mantengono del tutto inalterate efficienza, sicurezza, funzionalita e caratteristiche di utilizzo. Distributore intelligente- Liceo Artistico “Giuseppe Misticoni”, di Pescara: il tubetto del dentifricio si trasforma e si “veste” da oggetto di design. Il distributore intelligente si presenta con una forma sferica leggermente schiacciata alla base che, attraverso un bottone, consente di prelevare il dentifricio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.