CONSUMI – Carburanti: Cgia, in Italia tasse basse ma...

LAVORO – Cassazione: esce prima dal lavoro falsificando il...

8 marzo 2011 Comments (0) News

UE – Tassa su transazioni finanziarie: se applicata con aliquota dello 0,05%, darebbe un gettito di 200 miliardi di euro

Per uscire dalla crisi l’Ue dovrebbe imporre una tassazione sulle transazioni, reprimere l’evasione fiscale e promuovere l’innovazione finanziaria sia in Europa che nei Paesi in via di sviluppo. Questo il contenuto di due risoluzioni approvate a larga maggioranza a Strasburgo dal Parlamento europeo in sessione plenaria. Tra queste vi e anche la discussa tassa sulle transazioni finanziarie (Ftt), con aliquota compresa tra 0,01% e 0,05%, accolta dagli eurodeputati con 529 si’, 127 no e 18 astenuti.

Entrambe, sia la risoluzione della Commissione Affari Economici sui ”finanziamenti innovativi” che quella della Commissione allo Sviluppo, tracciano il quadro di come l’Europarlamento voglia generare nuovi introiti; riformare le tasse governative e rilanciare lo sviluppo economico. Gli strumenti proposti dalla risoluzione sull’innovazione finanziaria, della relatrice greca Anni Podimata, ”possono produrre un doppio vantaggio: portare piu fondi e rendere il settore finanziario piu sicuro”.

L’altra risoluzione, realizzata dal presidente della commissione Sviluppo Eva Joly, spinge i Paesi europei e quelli in via di sviluppo a puntare sulla lotta all’evasione fiscale per aumentare le entrate fiscali e ridurre la poverta. Strasburgo chiede, quind, di adottare la tassazione ”senza ulteriori ritardi”. La Ftt, se applicata con aliquota dello 0,05%, darebbe un gettito di 200 miliardi di euro e metterebbe alla larga le attivita speculative. ”Se non si riesce a imporre una tassazione sulle transazioni finanziarie a livello mondiale – si legge nella risoluzione – l’Ue dovrebbe fare il primo passo e imporla a livello europeo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.