TRASPORTI – Sicilia: smentita di Fs su smobilitazione

LAVORO – Istat: buste paga neodiplomati più alte al...

4 agosto 2009 Comments (0) News

UE – Relazione della Commissione su economia digitale

Reding (Ue): ‘Economia digitale, potenziale per generare forti entrate’

Presentata oggi (4 agosto) la relazione della Commissione europea sulla competitivita digitale, che dimostra come il settore abbia compiuto enormi progressi dal 2005.
Oggi il 56% degli europei usa regolarmente Internet, di cui l’80% mediante un collegamento ad alta velocita (rispetto a solamente un terzo nel 2004), facendo cosi dell’Europa il numero uno mondiale di Internet a banda larga.
” L’economia digitale dell’UE offre un ampio potenziale per generare forti entrate in tutti i settori, ma per trasformare questa situazione favorevole in crescita sostenibile e nuovi posti di lavoro i governi devono prendere l’iniziativa e adottare politiche coordinate per eliminare le barriere che ostacolano i nuovi servizi”, ha dichiarato Viviane Reding, commissaria dell’UE responsabile della societa dell’informazione e dei media (nella foto). “Dovremmo cogliere l’opportunita di una nuova generazione di europei che ben presto decidera le sorti del mercato europeo. Questi giovani usano molto Internet e sono inoltre utenti molto esigenti. Per sfruttare il potenziale economico di questi “figli dell’era digitale” dobbiamo garantire che l’accesso ai contenuti digitali sia semplice ed equo”.
La relazione pubblicata oggi delinea i risultati di cinque anni di politica U E svolta dalla Commissione di Barroso per promuovere le tecnologie piu moderne nel settore delle telecomunicazioni, nuove reti e servizi e contenuti innovativi per i media.
I giovani di eta compresa fra 16 e 24 anni sono gli utenti di Internet piu assidui: il 73% usa regolarmente servizi avanzati per creare e condividere contenuti on line, il doppio della media della popolazione dell’UE (35%) (cfr. l’allegato). Il 66% degli europei di meno di 24 anni usa Internet ogni giorno, rispetto alla media dell’UE del 43%. Inoltre, secondo uno studio della Commissione sulle competenze digitali pubblicato oggi, questo gruppo di persone ha conoscenze di Internet piu avanzate rispetto al resto della popolazione.
Il 9 luglio la commissaria Reding ( SPEECH/09/336 ) ha auspicato una nuova strategia per l’Europa digitale basata su un approccio verso un mercato unico dei contenuti on line di facile uso per i consumatori in cui le TIC (Tecnologie di informazione e comunicazione) favoriranno l’innovazione, la piena connettivita e un’economia piu rispettosa dell’ambiente.

La relazione sulla competitivita digitale, le schede con informazioni sui risultati per ogni Stato membro e la consultazione pubblica possono essere consultate all’indirizzo seguente:
http://ec.europa.eu/information_society/newsroom/cf/itemlongdetail.cfm?item_id=5146

Studio “Public policies and stakeholders initiatives in support of Digital Literacy”:

http://ec.europa.eu/information_society/eeurope/i2010/benchmarking/index_en.htm

Risultati di cinque anni di politica UE in materia di TIC durante la Commissione Barroso:

http://ec.europa.eu/i2010

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.