CRISI – Pagamento fornitori: 10% imprese a rischio insolvenza...

COMMERCIO – UE/Usa: Merkel sostiene accordo libero scambio

21 febbraio 2013 Comments (0) News

UE – Povertà: in aumento in Italia per scarsa spesa sociale

In un momento dove la spesa sociale e bersaglio delle ‘spending review’, la Commissione Ue invita gli Stati membri a rivedere le strategie nazionali perche la spesa sociale non e solo un consumo ma anche un investimento che consente una crescita inclusiva. Ad esempio, spiega Bruxelles, in Italia la scarsa spesa sociale ha anche determinato l’aumento dei poveri e impedisce l’inserimento delle donne nel mercato del lavoro, quindi gioca a sfavore della crescita.

Secondo i dati della Commissione Ue, che oggi ha chiesto agli Stati membri di rivedere la propria spesa sociale, la crisi ha esacerbato la pressione sociale ed economica: circa 120 milioni di persone, cioe il 4% della popolazione Ue, e a rischio di poverta, la disoccupazione ha raggiunto il record del 10,7% e quella giovanile e al drammatico livello di 22,7%. In Italia il numero dei poveri e passato dai 15.099.000 milioni del 2008 ai 17.112.000 del 2011.

Dati che spingono la Commissione a chiedere agli Stati di investire nella spesa sociale perche, ad esempio, bassa spesa in istruzione o formazione ha effetti sulla forza lavoro che diventa meno qualificata e di conseguenza sfavorisce la competitivita. Spiegano i tecnici che non e solo una questione di aumentare quanto si spende per istruzione, aiuti all’infanzia, formazione e sistema sociale in generale, ma anche di rendere piu efficiente la spesa che c’e gia. Ad esempio, in Italia la spesa sociale sconta quella per le pensioni, che e molto elevata e non lascia spazio ad altro tipo di interventi.(Fonte: Ansa)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.