CONSUMI – Benzina: Landi, varare decreto prezzi settimanali

PMI – Rete Imprese italia: Basilea 3 non sia...

14 settembre 2010 Comments (0) Dalla home page

UE – Marchi: Corte dice: no al “mattoncino” Lego

Non puo essere registrato come marchio comunitario il famoso “mattoncino” della della casa di giocattoli Lego perche, secondo i giudici della Corte di giustizia Ue che hanno respinto un ricorso dell’azienda danese, “‘si tratta di un segno costituito esclusivamente dalla forma del prodotto necessaria per ottenere un risultato tecnico”. La Corte ha dichiarato, inoltre, che ”la situazione di un’impresa che ha sviluppato una soluzione tecnica nei confronti di concorrenti che immettono sul mercato copie servili della forma di prodotto che incorporano esattamente la stessa soluzione non puo essere tutelata conferendo un monopolio a detta impresa, attraverso la registrazione come marchio del segno tridimensionale costituito da tale forma, ma eventualmente puo essere vagliata alla luce delle norme in materia di concorrenza sleale”. Quindi, il divieto di registrare come marchio qualsiasi segno costituito dalla forma del prodotto necessaria per ottenere un risultato tecnico ha l’obiettivo di evitare che il diritto dei marchi finisca con il conferire ad un’impresa un monopolio su soluzioni tecniche o caratteristiche funzionali di un prodotto e, percio, le imprese non possono avvalersi del diritto dei marchi per perpetuare, senza limiti nel tempo, diritti esclusivi vertenti su soluzioni tecniche.

Infatti, secondo il regolamento dell’Unione europea, possono costituire marchi comunitari tutti i segni che possono essere riprodotti graficamente, quali le parole, i disegni, la forma del p rodotto o il suo confezionamento, a condizione che tali segni siano adatti a distinguere i prodotti o i servizi di un’impresa da quelli di altre imprese.  Tuttavia, sono esclusi dalla registrazione i segni costituiti esclusivamente dalla forma del prodotto necessaria per ottenere un risultato tecnico.

Nel 1996, la Lego ha presentato all’Uami (l’Ufficio per l’armonizzazione nel mercato interno) una domanda di registrazione come marchio comunitario di un mattoncino giocattolo da costruzione rosso. Inizialmente l’Uami ha registrato il marchio,  poi annullato su istanza della Mega Brands, che produce mattoncini giocattolo aventi le stesse forme e dimensioni di quelli della Lego. Quindi, la societa danese ha fatto ricorso contro tale decisione. Nella sentenza 12 novembre 2008, il Tribunale ha dichiarato, in particolare, che i”l diritto dell’Unione osta alla registrazione di forme esclusivamente costituite, nelle loro caratteristiche essenziali, dalla forma del prodotto tecnicamente causale e sufficiente al conseguimento del risultato tecnico prefissato, anche se quel risultato puo essere ottenuto attraverso altre forme che adottano la stessa soluzione tecnica, oppure una soluzione differente”. La Lego ha allora impugnato tale sentenza dinanzi alla Corte di giustizia europea che, appunto, ha negato ulteriormente la registrazione del mattoncino che nel 2008 ha festeggiato il 50° compleanno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.