MADE IN ITALY – Confagricoltura: rilanciare florovivaismo

DL ANTICRISI – Banche: proteste di Adiconsum su maxiemendamento

23 luglio 2009 Comments (0) News

UE – Commissione: orientamento su aiuti statali a banche

Metodo di valutazione dell’Ue su aiuti a favore di istituti di credito

La Commissione europea ha voluto adottare un metodo che possa illustrare la valutazione degli aiuti concessi dagli Stati membri a sostegno degli istituti di credito.

L’approccio seguito si basa su tre principi fondamentali:
i)    le banche beneficiarie devono acquisire una redditivita a lungo termine senza ulteriore sostegno statale;
ii)    le banche beneficiarie ed i loro proprietari devono sostenere un onere equo per i costi di ristrutturazione;
iii)    devono essere adottate misure per limitare le distorsioni della concorrenza nel mercato unico.

Gli orientamenti, che resteranno in vigore fino al 31 dicembre 2010, illustrano in che modo la Commissione intende applicare questi principi nel contesto dell’attuale crisi finanziaria sistemica, al fine di contribuire al ripristino della redditivita del settore bancario europeo.

“Anche se e possibile che la crisi finanziaria non si sia ancora conclusa, – ha dichiarato Neelie Kroes, commissario responsabile per la concorrenza  (nella foto) – dobbiamo iniziare a operare seriamente con gli Stati membri per ristrutturare le banche europee. Dobbiamo riportare le banche alla redditivita senza sostegno statale e rafforzare la concorrenza nel mercato unico. Gli orientamenti approvati oggi saranno uno strumento utile per le banche e per gli Stati membri in quanto illustrano i criteri che la Commissione applichera agli aiuti alla ristrutturazione concessi alle banche in questo periodo. Essi integrano i nostri precedenti orientamenti sulle garanzie statali, sulla ricapitalizzazione e sul trattamento delle attivita che hanno subito una riduzione di valore.”

La Commissione deve analizzare un gran numero di casi individuali di ristrutturazione bancaria, a seguito delle misure di aiuto al salvataggio delle banche approvate a condizione che venisse presentato entro sei mesi un piano di ristrutturazione. Per stimolare la trasparenza, la prevedibilita e la parita di trattamento tra Stati membri, la Commissione ha pubblicato orientamenti volti a chiarire il metodo seguito, i criteri su cui basera la sua valutazione ed il tipo di informazioni richiesto per effettuare la valutazione. Gli orientamenti si basano sull’articolo 87, paragrafo 3, lettera b) del trattato CE, che autorizza gli aiuti di Stato in caso di grave turbamento dell’economia. Si trattera di orientamenti temporanei validi fino alla fine del 2010. Dopo tale data, dovrebbero tornare di applicazione le normali norme sugli aiuti al salvataggio e alla ristrutturazione, basati sull’articolo 87, paragrafo 3, lettera c) del trattato (aiuti destinati ad agevolare lo sviluppo di talune attivita o di talune regioni economiche, sempre che non alterino le condizioni degli scambi in misura contraria all’interesse comune).

Il testo completo della comunicazione e disponibile in lingua inglese all’indirizzo seguente:
http://ec.europa.eu/competition/state_aid/legislation/specific_rules.html

Per ulteriori informazioni cfr. MEMO/09/350.
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.