LAVORO – Valsugana: Cabot chiude anche se è da...

LAVORO – Chimica: Cisl, bene operato Romani per problemi...

17 dicembre 2010 Comments (0) News

UE –Burocrazia:i documenti pubblici come certificati di nascita e atti di proprietà devono riconosciuti più facilmente all’estero

Gli europei che vivono fuori dal loro Paese si trovano spesso ad affrontare ostacoli di natura burocratica come il dover attendere l’apposizione di un timbro ufficiale su una decisione giudiziaria o un atto di proprieta, pagare per la traduzione di un atto di nascita, di matrimonio e di morte o lottare con le autorita pubbliche per ottenere il riconoscimento di un cognome. Dal momento che sempre piu europei si spostano – circa 12 milioni di cittadini dell’Unione europea vivono in uno Stato membro diverso da quello di provenienza – il riconoscimento ufficiale dei documenti pubblici da adito a numerose lagnanze.

In alcuni Stati membri i cittadini devono pagare una tassa per far riconoscere l’autenticita dei propri certificati, benche essi siano gia stati ufficialmente rilasciati dal proprio Stato membro. Un altro problema consiste nel fatto che alcuni Stati membri possono richiedere dei documenti amministrativi che non sempre esistono nel paese da cui provengono i cittadini.

Si tratta di ostacoli che intralciano il diritto alla libera circolazione, sancito dai trattati europei, nella vita quotidiana: percio, la Commissione ha messo a punto alcune proposte per agevolare la libera circolazione dei documenti che sono importanti per i cittadini.

Queste iniziative fanno parte dei progetti della Commissione per rimuovere gli ostacoli burocratici che intralciano la vita dei cittadini e impongono costi aggiuntivi ed eliminare l’incertezza del diritto per le imprese, suffragate da quanto emerso da un’indagine Eurobarometro del 2010, il 73% degli europei pensa che debbano essere prese misure per migliorare la circolazione dei documenti pubblici tra gli Stati membri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.