INNOVAZIONE – Viaggi: iniziato crowdfunding per Relax ALLY® che...

FORMAZIONE – EF Englishtown: sapere l’inglese fa bene all’export

30 ottobre 2014 Comments (0) News

TURISMO – Liberalizzazione spiagge: accolto dal Governo l’ordine del giorno firmato dai parlamentari di Forza Italia Nuccio Altieri e Roberto Marti

Dopo la presentazione alla Camera, e stato accolto dal Governo l’ordine del giorno firmato dagli onorevoli Nuccio Altieri e Roberto Marti per la liberalizzazione delle spiagge e un turismo che possa durare tutto l’anno.

Il fenomeno della stagionalita, infatti, comporta lunghi periodi di chiusura per le imprese turistiche, sia ricettive che balneari, non consentendo di poter utilizzare pienamente l’elevato potenziale del patrimonio storico, artistico e culturale delle numerose aree geografiche nazionali, riconosciute patrimonio mondiale dell’umanita.

E oggettivo che le condizioni climatiche particolarmente favorevoli del nostro territorio consentirebbero un afflusso turistico per periodi piu lunghi, rispetto a quelli praticati dalle imprese turistiche stagionali. Destagionalizzando l’attivita degli operatori del settore, oggi, potrebbe essere innestato un processo virtuoso per le economie locali e l’attrattivita turistica straniera, innalzando i livelli di crescita e di competitivita per l’intera economia turistica italiana ed evitando una frammentazione dell’offerta turistica.

“Con l’ordine del giorno accolto dal Governo – ha detto Marti – abbiamo impegnato il Governo a prevedere interventi ad hoc attraverso intese tra Stato e regioni, anche in via sperimentale, in deroga alla normativa vigente, al fine di consentire ai soggetti concessionari o titolari di imprese turistico – balneare di stabilire in maniera autonoma il periodo della stagione per lo svolgimento delle attivita di balneazione all’interno degli stabilimenti fino ad un massimo di cento giorni in piu rispetto al periodo annuale attualmente previsto. L’obiettivo e quello di rafforzare il binomio tra il settore turistico marittimo, quale motore economico fondamentale per molte regioni costiere, con i numerosi siti nazionali, in particolare del Mezzogiorno, riconosciuti dall’Unesco patrimonio dell’umanita. Vigileremo affinche queste intese si concretizzino al piu presto”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.