SOSTENIBILITA’-Nel Mese dell’Efficienza Energetica, al via DOMINO: la più...

TURISMO-GoEuro: l’indice delle 100 migliori città europee dove passare...

16 novembre 2016 Comments Off on TURISMO-Destagionalizzare e allungare la stagione balneare: da uno studio di PaesiOnLine e Datameteo alcuni suggerimenti Approfondimenti

TURISMO-Destagionalizzare e allungare la stagione balneare: da uno studio di PaesiOnLine e Datameteo alcuni suggerimenti

Tecniche di destagionalizzazione: dove e perché andare al mare fuori stagione in Italia Uno studio realizzato da PaesiOnLine in collaborazione con Datameteo per allungare la stagione balneare di alcune località.

Destagionalizzare si può. È questa la conclusione che emerge dallo studio realizzato da HYPERLINK “http://www.paesionline.it“PaesiOnLine, in collaborazione con Datameteo, su alcune destinazioni di vacanza italiane che potrebbero proficuamente allungare la propria stagione balneare, legando la propria attrattività sia ai fattori climatici e meteorologici sia alla presenza di eventi ad alto impatto turistico. Destagionalizzazione%20turismo%20-%20InfograficaLe destinazioni prese in esame da PaesiOnLine e Datameteo per il presente studio sono rappresentative di alcune zone della penisola che fanno del turismo una delle principali leve di sviluppo economico e che sono molto legate alla stagionalità del turismo balneare. Per ciascuna di queste zone è stata individuata una località di riferimento, per la quale Datameteo ha individuato alcuni valori climatici: temperatura media, temperatura massima, temperatura minima in °C e giorni di pioggia registrati nel corso di ciascun mese. I mesi presi in considerazione sono quelli che vanno da aprile a ottobre. In questo modo è possibile analizzare se e come le località considerate possano “fare turismo” in mesi diversi da quelli prettamente estivi e di alta stagione, anche grazie alla presenza di eventi che arricchiscono l’offerta complessiva. Infine i valori medi riportati sono relativi al quinquennio 2011/2015; per ciascun valore di riferimento è stata effettuata una media dei cinque anni considerati. I dati climatici sono stati validati con processi proprietari nella filiera modellistica di Datameteo, al fine di escludere valori anomali e/o errati. Di seguito le sette zone italiane prese a riferimento con le relative località: Sicilia Orientale – Catania Isola di Lampedua Sicilia Occidentale – San Vito Lo Capo Calabria Meridionale – Palmi Cilento – Palinuro Salento – Otranto Sardegna Sudorientale – Villasimius Per verificare l’effettiva possibilità di queste località di attirare turisti nel periodo indicato, i medesimi valori climatici sono stati calcolati anche per cinque destinazioni di prima fascia del turismo internazionale. Nel periodo indicato, i valori delle destinazioni italiane sono in alcuni casi anche più favorevoli rispetto a quanto avviene per l’estero. Di seguito le cinque destinazioni individuate:

Malè

Maldive Playa del Carmen

Riviera Maya – Messico Praslin

Seychelles Varadero 

Cuba Zanzibar

Tanzania

In allegato il report completo con lo studio realizzato da PaesiOnLine

Allegati

Comments are closed.