BUROCRAZIA – Brunetta fa un passo avanti verso agricoltori

TURISMO – Alla scoperta dell’Italia del miele

20 luglio 2009 Comments (0) Dalla home page

TURISMO – Con Parchicard la visita è agevolata

E’ la prima carta dei servizi studiata per promuovere i 22 parchi italiani

 Sconti ed agevolazioni all’interno delle aree protette per favorire il turismo sostenibile nei parchi tra giovani, anziani, disabili e scuole contribuendo alla crescita socio economica delle popolazioni locali.  Realizzata dal Centro turistico studentesco in collaborazione con l’Associazione carta giovani e con il supporto di Federparchi e Federculture, Parchicard e un progetto finanziato dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali. La card, che e accompagnata da una guida ai servizi nella quale vengono indicate le agevolazioni di cui si puo usufruire, risponde a una recente indagine del Cts che ha messo in luce  come 34% del campione intervistato non abbia informazioni sufficienti su cosa visitare e sui servizi disponibili. E con Parchicard l’obiettivo e anche dare maggiori informazioni a chi vuole andare nei parchi italiani.
La card e accompagnata da una guida ai servizi nella quale vengono indicate le agevolazioni di cui si puo usufruire. “Entrambe, la card e la guida – si legge in una nota del Cts – saranno distribuite gratuitamente presso le sedi di Cts, le sedi di alcune Associazioni di turismo sociale, gli Informagiovani e i centri visita dei parchi”. In particolare, le agevolazioni riguarderanno musei, centri visita ed aree faunistiche, strutture ricettive e di ristorazione, servizi turistici, servizi di trasporto e noleggio, negozi di artigianato, di prodotti tipici ed esercizi commerciali in genere. Ma non solo. Sara possibile scaricare la card anche dal sito Internet dedicato.
La recente indagine di Cts sui bisogni di alcune fasce di popolazione, giovani, anziani, persone disabili e scuole, in relazione ai servizi turistici nelle aree protette, “ha evidenziato – si legge amnora nella nota – come per il 40% degli intervistati la vacanza nelle aree protette si caratterizza principalmente per la scoperta del patrimonio naturale e culturale e la possibilita di fare escursioni in natura”. Se il 43% degli intervistati dal Cts sostiene di visitare spesso luoghi di interesse naturalistico, ancora alta (50%) e la quota di coloro che hanno visitato poco o per nulla i parchi nazionali. “La scarsa fruizione – prosegue la nota – e legata in primo luogo alla mancanza di informazioni su cosa visitare, su cosa fare e sui servizi disponibili (34%), seguita dall’accessibilita in termini di collegamenti e inefficienza dei trasporti (20%) e alla possibilita di trovare servizi adatti alle proprie esigenze (14%).  Tra gli altri obiettivi, la Parchicard – si legge ancora – si pone quindi quello di favorire una modalita di gestione dell’offerta turistica che assicuri l’assenza di ogni discriminazione razziale, religiosa ed economica verso la potenziale domanda”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.