INNOVAZIONE – Ricerca e sviluppo: garanzia Sace s finanziamento...

LAVORO – Formazione: saminario gratuito a Firenze, “La valutazione...

20 maggio 2013 Comments (0) News

TERREMOTO – Prevenzione sismica: sottosegretario D’Angelis:, a un anno dal terremoto in Emilia fare prevenzione sismica per salvare beni e vite umane

“Le Istituzioni locali e la Regione, insieme alla protezione civile e al volontariato, hanno aperto un anno fa il cantiere dell’Emilia con ammirevole coraggio, e oggi i risultati della ricostruzione si vedono tutti. Sono molti i problemi da affrontare a partire, come spiega Franco Gabrielli, dallo snellimento della burocrazia che e un costo in piu. Credo pero sia giunto il momento di andare oltre gli annunci, le promesse e le lacrime di coccodrillo sparse dopo ogni catastrofe. Non possiamo piu permetterci di procedere con la sola logica delle emergenze, ma dobbiamo riuscire a lanciare quel piano di prevenzione sismica che ancora manca all’Italia per salvare beni e vite umane oggi pericolosamente a rischio nel 75% del territorio nazionale, che le carte di rischio segnalano a medio-elevato pericolo. E’ anche il modo per ridare ossigeno al settore dell’edilizia in crisi”. Cosi il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Erasmo D’Angelis sulla prevenzione sismica.

“Ne discutero insieme al ministro Lupi – continua D’Angelis – perche sgravi e detrazioni fiscali potrebbero gia costituire un meccanismo molto incentivante. Basta guardare a quanto lavoro e occupazione hanno creato le opportunita fiscali per le semplici ristrutturazioni e la riqualificazione energetica degli edifici. Bisogna rendersi conto che non si muore per un terremoto (la Terra fa il suo mestiere) ma per l’assenza di prevenzione, case progettate male e costruite peggio e troppo spesso anche su faglie sismiche attive. Purtroppo questo diventa un tema molto ‘popolare’ solo quando ci sono da piangere morti e devastazioni. Ma non possiamo piu permetterci – conclude D’Angelis – incuria e mancanza di cultura della prevenzione che in materia di difesa dai terremoti ci vede ancora inchiodati a meta strada tra la California e l’Afghanistan”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.