STARTUP-BePuppy: un facebook per gli amici a quattrozampe

BUSINESS ANGEL-Survey Iban 2014 sull’angel investing: aperta la raccolta...

25 marzo 2015 Comments Off on STARTUP-Zzzleepandgo: l’idea italiana per dormire in aeroporto Dalla home page

STARTUP-Zzzleepandgo: l’idea italiana per dormire in aeroporto

Zzzleepandgo è nata dall’intuito di tre giovani ventitreenni che, viaggiando, hanno dato voce e forma ad una necessità diffusa: avere un posto riservato, comodo e low cost dove riposare.

La cabina Zzzleepandgo in aeroporto

La cabina Zzzleepandgo in aeroporto

Si tratta di una cabina hi-tech di 3 metri quadri, completamente insonorizzata, che offre la possibilità di riposare in tutta tranquillità e nella più totale privacy.

Dall’idea al business il passo è breve grazie all’Institute for Entrepreneurship and Competitiveness dell’Università Liuc, sostenuto da Univa, primo centro di ricerca italiano sui temi della competitività affiliato alla rete internazionale dell’Harvard Business School. È grazie al supporto dell’Institute “e soprattutto l’essere stati inseriti all’interno di SmartUp che ci ha permesso di trasferire l’idea nel concreto: ci hanno offerto competenze e strumenti” spiega Matteo Destantini, ingegnere gestionale. SmartUp, spiega il giovane imprenditore “è diverso dal classico ambiente accademico: l’impronta pratica ci ha aiutato molto”.

L'interno della cabina

L’interno della cabina

A disposizione per gli ospiti, oltre al letto, anche: servizio sveglia, wi-fi, film, musica, ampio piano di lavoro, zona riservata al deposito bagagli e addirittura la possibilità di cambiare il colore delle pareti.

Appena il cliente entra nella stanza un sistema automatico fa partire l’impianto di ventilazione e il cambio della biancheria per la sostituzione delle lenzuola. Ogni modulo ha un peso inferiore ai 500 Kg e l’igienizzazione della struttura avviene ogni 24 ore.

Il tutto ad un costo di 8 euro per la prima ora che scende a 6 euro nelle ore successive. Gli utenti avranno anche la possibilità di prenotare la stanza via web o attraverso una app dal proprio smartphone.

E a livello finanziario, aggiunge Destantini “siamo stati fortunati, perché non è facile approcciare alle banche o ai vari bandi: noi abbiamo trovato un business angel, che ha creduto in noi e deciso di investire nella nostra idea”.

Comments are closed.