DAZI USA- Acciaio: Confapi scrive a Commissione Europea: non...

IMPRESE-Comitato Leonardo: presentata la partnership con ELITE di Borsa...

19 aprile 2018 Comments Off on STARTUP-Worldz raccoglie 160mila euro di finanziamento Dalla home page

STARTUP-Worldz raccoglie 160mila euro di finanziamento

Continua la crescita della startup italiana che permette agli utenti di ottenere sconti su prodotti acquistati, grazie alla propria popolarità su Facebook

 

Joshua Priore, CEO di Worldz

La startup Worldz annuncia la chiusura di un nuovo finanziamento pari a 160mila euro. Una cifra raggiunta attraverso una campagna di equity crowdfunding che è stata in grado di superare le aspettative e l’obiettivo iniziale, il quale prevedeva il raggiungimento di 150.000 euro.

 

Grazie a questo finanziamento, Worldz avrà l’opportunità di proseguire nello sviluppo del proprio apparato aziendale, con un focus sul miglioramento costante del software realizzato, supportata da nuovi investitori e da risorse che le consentiranno di ampliare anche l’organico, con l’inserimento di nuove figure professionali.

 

“Aver raggiunto e superato il target di raccolta non è semplicemente un obiettivo che siamo riusciti a conquistare, ma è anche dimostrazione che l’Italia è un mercato maturo ed aperto all’innovazione – commenta Joshua Priore, CEO di Worldz – Accettare e condividere la nostra valuation, nonché seguire i nostri passi, è testimonianza di grande vision sul futuro. Adesso non ci resta che velocizzare la crescita grazie ai capitali appena ottenuti.”.

 

“Un buon prodotto non è sufficiente per aver successo negli affari, una chiara visione imprenditoriale e l’impegno nel perseguirla sono ugualmente importanti – afferma Paolo Zambelli, tra gli investitori che hanno creduto in Worldz – Ho deciso di investire in Worldz perché qui ho trovato quelle professionalità che sapranno manifestare appieno il grande valore di questo innovativo progetto.”

 

Il funzionamento di Worldz: benefici per gli store e per gli utenti

 

Il software sviluppato dall’azienda Worldz consente di creare una connessione tangibile, un ponte reale, tra i social e il mondo commerciale, portando dei benefici sia agli store (online e offline) che agli utenti.

 

L’algoritmo di Worldz permette, infatti, di valutare l’impatto “social” e il grado di popolarità di ogni singolo profilo Facebook e di generare, di conseguenza, uno sconto personalizzato da utilizzare negli store partner. Maggiore è l’impatto sociale che un individuo può avere su Facebook, più elevato sarà lo sconto che potrà applicare all’interno dello store per l’acquisto di un prodotto.

 

In questo modo, da un lato gli utenti avranno diritto ad uno sconto commisurato alla propria popolarità, mentre dall’altro lato gli store potranno contare su un “website booster” vero e proprio, che potrà portare – come obiettivo finale – ad un incremento concreto delle vendite e, di conseguenza, del fatturato.

 

In particolare, l’implementazione del software, ad oggi, ha portato le realtà partner di Worldz ad ottenere un ROI che può arrivare anche al 500%.

 

“Grazie agli strumenti che noi mettiamo a disposizione con il nostro software (come le features legate alla lead generation) anche le piccole e medie imprese con uno o più stores hanno la possibilità di resistere alla “tendenza monopolizzante” portata avanti dai giganti dell’e-commerce a livello internazionale”, afferma Joshua Priore.

 

Uno sguardo al futuro: i prossimi obiettivi

 

L’obiettivo principale è quello di portare il fatturato a 4 milioni di euro entro il 2020 e di proseguire con l’acquisizione di nuovi clienti. Un processo che, ad aprile 2018, consente all’azienda di affiliare, in media, 15 nuove realtà ogni mese.

Si tratta, dunque, di un’espansione che sta avvenendo molto rapidamente. Infatti, dopo il lancio della versione beta, a settembre 2016, la startup italiana non si è mai fermata. Ad oggi conta migliaia di utenti attivi e centinaia di condivisioni ogni mese. Entro i prossimi due anni, Worldz si pone l’obiettivo di superare il milione di persone attive mensilmente.

 

In un’ottica ancora più a lungo termine, infine, Joshua Priore anticipa già l’intenzione di internazionalizzare l’azienda, andando a bussare alla porta di altri mercati, oltre a quello italiano.

 

 

Comments are closed.