EXPO-Compost: nutrire il Pianeta con quello che scarta, il...

COMUNICAZIONE- World Communication Forum 2015: chiuso con l’innovazione sostenibile

6 giugno 2015 Comments Off on STARTUP-Wardroba: lo showroom digitale del Made in Italy di domani Dalla home page

STARTUP-Wardroba: lo showroom digitale del Made in Italy di domani

La riproduzione dell’intero processo di acquisto: dalla ricerca di qualcosa di nuovo alla scoperta dei talenti della scena indipendente, dall’ispirazione offerta da amici e trandsetter, alla creazione dei propri outfit e della propria lista dei desideri, fino all’acquisto e alla consegna a casa. Questo è Wardroba, un luogo in cui ogni utente crea il proprio armadio online, esplora le collezioni di brand e designer indipendenti, acquista prodotti unici.

wardroba5Wardroba (http://wardroba.com) è una piattaforma di fashion social shopping ideata e realizzata da Fulvio Catalano, Federico Della Bella e Luca Nardone (nella foto di apertura).

L’impresa, startup innovativa incubata presso PoliHub (distretto tecnologico del Politecnico di Milano), nasce da un’esperienza vissuta da Fulvio Catalano. “Pensando alle mie amiche e alle loro abitudini d’acquisto, mi ero accorto della tendenza a comprare sempre la stessa tipologia di vestiti – spiega Fulvio – Abbiamo armadi pieni di cose, di cui letteralmente perdiamo le tracce: al momento dell’acquisto, spesso finiamo per comprare oggetti simili a quelli che già possediamo, semplicemente perché non ci ricordiamo di averli già.

wardroba3Mi sono chiesto, quindi, perché non creare uno strumento che aiuti le persone a gestire gli abiti che possiedono? Ecco l’idea dell’armadio digitale e di una “guida” in grado accompagnare l’utente nei suoi acquisti. Paradossalmente l’obiettivo originale era limitare, non promuovere gli acquisti.

L’armadio digitale, però, si è presto trasformato. Oggi, l’obiettivo è esattamente opposto: facilitare il processo d’acquisto degli utenti e sviluppare i business dei brand rappresentati. La nostra piattaforma, infatti, raccoglie brand indipendenti, con un alto tasso di creatività e qualità, e dà la possibilità agli utenti di vestirsi in modo unico.”

wardroba1“Come spesso accade, ogni progetto subisce dei cambiamenti e delle trasformazioni durante la fase di definizione dell’idea – continua Federico – Con il mio ingresso e quello di Luca la formazione del team, in cui sono presto entrati tre giovani ingegneri informatici – Riccardo Lazzati, Nicola Casamassima e Jacopo Gasparetti – il progetto si è evoluto e abbiamo sviluppato un vero e proprio social network, integrando, con l’ingresso dei primi brand, la componente e-commerce. Ha preso così vita Wardroba come piattaforma di scoperta, acquisto, creazione dei propri outfit. I nostri partner, in quest’avventura che si propone di far emergere nel mondo il Made in Italy di domani, sono i brand indipendenti, che accompagniamo nell’internazionalizzazione e digitalizzazione, da un lato dell‘intero processo di scoperta e acquisto, dall’altro della tradizionale filiera dell’industria tessile, basata sul meccanismo delle fiere, delle settimane della moda, degli showroom.

wardroba2Ai designer offriamo una piattaforma e dei servizi totalmente gratuiti, pensati per le loro esigenze. Non ci limitiamo a far loro risparmiare denaro, siamo attenti anche al loro tempo, ottimizzando e uniformando internamente tutto il processo. Infatti, siamo noi a creare lo store Wardroba ai nostri brand, siamo noi a completare e ad aggiornare i profili e le collezioni, siamo sempre noi a fare comunicazione e marketing, seguire le vendite e la relazione con i clienti, la logistica e la consegna. Tutto questo gratuitamente, con la sola commissione sul venduto. Un supporto continuo e concreto, che massimizza l’apporto e la complementarietà di Wardroba, con forti competenze di tecnologia, business, logistica, con quelle dei brand, che afferiscono a creatività, fantasia, conoscenza delle materie prime e delle tendenze.

wardroba4Una delle attività principali è la selezione dei brand e delle collezioni: in questo momento, si contano oltre 700 prodotti inseriti da circa 40 professionisti, ma l’obiettivo è raggiungere quota 100 designer e 2 mila prodotti, entro la fine del 2015.

Inoltre, presto avremo raccolto molte informazioni sulle interazioni e preferenze degli utenti e potremo offrire ai nostri brand approfondite analisi di marketing quantitativo e sentiment analysis. Nell’espansione internazionale, questo è un servizio che offriremo anche a rivenditori e retailer, così da abbattere il rischio di invenduto.

In sintesi, i designer scelgono Wardroba perché trovano in noi il partner ideale per la digitalizzazione e l’internazionalizzazione della loro attività, senza alcun costo, nè rischio. Gli utenti scoprono collezioni straordinarie e vivono un processo d’acquisto totalmente nuovo.

Come funziona?

 Fulvio Catalano e Federico Della Bella

Fulvio Catalano e Federico Della Bella

“L’utente si registra gratuitamente (ricevendo subito un buono sconto sul primo acquisto) e ha a disposizione una pagina personale, in cui può “caricare” il proprio guardaroba e “appendere” i vestiti preferiti, sia dei brand che degli altri utenti, condividendo la “virtualizzazione” del proprio armadio, creare ouftit che mescolano ciò che possiede con le collezioni dei brand, condividere con la community e sui principali social media, dando suggerimenti, facendosi consigliare e diventando a propria volta trendsetter. Tra gli utenti, infatti, abbiamo diverse fashion blogger e stylist, che usano outfit e wishlist per promuovere il proprio gusto.

L’ingresso dei brand e la creazione degli store non è automatico, ma filtrato dalla nostra selezione. Selezioniamo chi arriva (è possibile proporsi scrivendo a info@wardroba.com), e facciamo scouting, per trovare chi là fuori crea qualcosa di veramente unico e irripetibile.  Dopo una fase di conoscenza reciproca e selezione, i nuovi brand entrano in piattaforma. I prodotti, infatti, devono offrire qualcosa di più dal punto di vista del design, dei materiali, della forma, degli abbinamenti. Alcuni sono pezzi unici, fatti a mano, la cui produzione è ordinata dall’utente, che così ha davvero qualcosa di unico, diverso da tutti gli altri modelli. Anche quando la scala cresce e i prodotti sono realizzati in serie, la qualità e l’originalità offre a chi li indossa la possibilità di distinguersi. Ma qualità e originalità da sole non bastano, per questo nella selezione valutiamo anche la fattibilità e la serietà del progetto complessivo: i designer devono avere una propria produzione, essere in grado di controllare quotidianamente gli ordini ricevuti attraverso la piattaforma, rispettare i tempi di consegna e garantire la qualità e l’aggiornamento delle fotografie e delle descrizioni dei prodotti.

Ai selezionati creiamo noi lo store su Wardroba e offriamo da subito tutti gli altri servizi di supporto, così che possano occuparsi della creazione e realizzazione delle collezioni, senza altre distrazioni e incombenze”

 

Il cuore del progetto

“In questi mesi, abbiamo incontrato e intervistato decine di designer. Li abbiamo ascoltati, comprendendone i bisogni specifici, che sono diversi da quelli dei grandi brand. Pensiamo, ad esempio, alle strategie di marketing e comunicazione dedicate a realtà giovani e dinamiche, emergenti, rispetto a brand consolidati. Oppure a quanto cambino gli aspetti logistici e di internazionalizzazione, per i diversi volumi e i canali da presidiare. Ci sono grandi opportunità e noi vogliamo sfruttarle, anticipando il cambiamento.”

 

Gli obiettivi futuri

“Far emergere nel mondo il Made in Italy di domani. Il momento è perfetto. Una nuova leva di designer italiani sta facendo cose straordinarie e la rete sta rivoluzionando i tradizionali modelli di business. I nuovi entranti, se hanno idee e prodotti interessanti, (e li hanno), sono davvero in grado di emergere. A patto di sfruttare con consapevolezza il canale digitale, disegnando da subito modelli di business e filiere totalmente nuove. Wardroba: lo showroom digitale della moda di domani, così vorremmo essere riconosciuti.”

 

Comments are closed.