FISCO-Patent Box: online la guida per le imprese

DIRITTO-Forum sul Diritto accessibile: lunedì 4 luglio alla Camera...

27 giugno 2016 Comments Off on STARTUP-Innovazione sociale: scelti i vincitori della call del valore di € 250mila lanciata da Impact Hub Milano News

STARTUP-Innovazione sociale: scelti i vincitori della call del valore di € 250mila lanciata da Impact Hub Milano

Con la selezione dei cinque vincitori si è conclusa la call per startup  del valore complessivo di 250.000 Euro lanciata da Impact Hub Milano, spazio di coworking e Incubatore certificato di startup a innovazione sociale.

impact-hub milano_incubatore01

Alla call hanno preso parte circa 70 progetti d’impresa nel campo dell’innovazione sociale. Una giuria composta da rappresentanti di Impact Hub Milano, del fondo di impact investing Oltre Venture, del fondo di venture capital 360 Capital Partners e degli investitori di IHM Club Deal, ha selezionato i migliori progetti sulla base di 10 giovani imprese arrivate in shortlist.

 

I cinque progetti d’impresa che cominceranno da luglio il percorso di accelerazione sono (vedi scheda all’interno del comunicato per dettagli): Wishraiser #Charity, Gobee #SportTech, iCarry #SharingDelivery, Feat Food#HealthyLiving e Delizialy #SocialFood.

 

Impact Hub Milano ha inoltre assegnato a BiiHar il Premio della Giuria, offrendo alla startup percorso di incubazione e spazio premiando il loro impegno nell’innovazione sociale.

 

“Questa call ha dimostrato concretamente che stanno crescendo nel nostro Paese startup in grado di proporre soluzioni innovative nel campo delle problematiche sociali, intese in modo ampio, e che si possono quindi fare concrete attività di impact investing”, ha dichiarato Marco Nannini, Presidente e CEO di Impact Hub Milano.

“La sfida a questo punto è unire le forze tra le diverse componenti dell’ecosistema che supporta l’innovazione in modo che queste imprese possano trovare le competenze e le risorse finanziarie per crescere e portare pienamente il proprio contributo nel contesto economico e sociale italiano”, ha concluso Nannini.

Comments are closed.