RAI – Canone: deciso aumento di 1,50 euro dal...

IL CASO – Freeshop: oggetti gratis a patto di...

28 dicembre 2009 Comments (0) News

SICUREZZA – Online: virus, spam, furti identità e truffe analizzati da Cisco

Sicurezza online, truffe informatiche, furti d’identita: tutto cio che e accaduto sul web nell’ultimo anno viene ripreso da Cisco (societa leader mondiale del networking) e pubblicato sul resoconto Annual Security Report 2009, anno in cui i social media hanno avuto una crescita esplosiva: solo Facebook ha triplicato il numero di utenti attivi, arrivando a 350 milioni nel corso dell’anno. Si prevede che l’adozione dei social media continuera a crescere nel 2010, soprattutto perche sempre piu aziende considerano il valore dei social network come un requisito di business fondamentale.

I social network sono anche diventati un terreno fertile per i criminali informatici, dal momento che i membri di questi siti ripongono una fiducia sconfinata negli altri membri delle loro comunita e, spesso, si dimenticano di prendere le dovute precauzioni per prevenire la diffusione di malware e di virus. L’Annual Security Report fornisce inoltre ulteriori informazioni sulla combinazione, potenzialmente devastante, tra piccole vulnerabilita, comportamenti incauti degli utenti e software di sicurezza non aggiornati, che possono incrementare in modo significativo i rischi per la sicurezza della rete.

Il 2009 ha visto attacchi che sono stati particolarmente problematici per gli utenti Internet: attacchi contrastati dai professionisti della sicurezza in prima linea nella lotta contro i crimini informatici.

1) Operazione criminale piu audace: Zeus. Un Trojan che diffonde malware attraverso phishing mirato e download drive-by, Zeus va oltre login e password per impadronirsi dei dati bancari. Alcuni toolkit permettono la creazione di varianti di Zeus che sono di difficile individuazione per i programmi antivirus. Nel 2009 la botnet Zeus ha infettato circa 4 milioni di computer nel mondo.

2) Cybercrime ‘Sign of Hope’: Il gruppo di lavoro Conficker. Questo gruppo, che e composto da membri che si occupano di sicurezza, ha il merito di aver mutato in modo significativo l’impatto del worm Conficker, accreditato come causa di distruzione a partire dal 1 aprile 2009.

3) Innovazione criminale piu famosa: Koobface. Questo worm si e autorigenerato, apparendo prima su Facebook nel 2008 e in seguito su Twitter nel 2009. Koobface invita gli utenti a cliccare su un link a un video YouTube, che lancia il worm. Oltre 3 milioni di computer sono stati infettati da varianti di questo malware.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.