SOSTENIBILITA’ -Borgo Futuro chiude con il record di presenze

CRISI – Produzione industriale: Istat, a maggio su anno...

10 luglio 2013 Comments (0) News

SALUTE – Movimento Vite Sospese: manifestazioni a Brescia e Roma

Centinaia di persone stanno manifestando a Brescia davanti agli Spedali Civili e a Roma davanti al Ministero della Salute per chiedere l’accesso dei pazienti gravissimi alle cure con cellule staminali secondo la metodica Stamina. A indire la manifestazione e stato il Movimento Vite Sospese, nato per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle malattie gravissime e sulle cure con cellule staminali.

In piazza sono scesi molti pazienti gravi, accompagnati dalle loro famiglie. In tanti si sono incatenati davanti al ministero della Salute e all’ospedale di Brescia. A Roma i manifestanti hanno bloccato il traffico, chiedendo a gran voce che si faccia chiarezza sulla sperimentazione (il cui inizio e stato rinviato) e, soprattutto, un intervento del Ministro della Salute.

In particolare Sandro Biviano, un giovane malato di Distrofia muscolare e con ha tre fratelli gravissimi (il padre e morto per la stessa malattia), arrivato in carrozzina si e incatenato davanti al Ministero a Roma e rifiuta di andar via se non verra ricevuto dal Ministro. “Io e i miei fratelli – ha detto – stiamo morendo, vogliamo delle risposte”.

“Non ce ne andremo da qui finche non ci verranno date le risposte che cerchiamo”, hanno detto ai giornalisti i rappresentanti del Movimento Vite Sospese, capeggiati dal presidente Bruno Talamonti e dal vicepresidente Pietro Crisafulli.

A Brescia, tra i manifestanti, era presente il professor Davide Vannoni, che ha risposto al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, dicendo: “Stamina non e una cura? Ha ragione. Oggi siamo in fase di sperimentazione, poi sara una cura. Il ministro si occupi delle persone che hanno diritto alle cure”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.