CRISI – IT: in crollo hardware (-4,9%) e servizi...

MADE IN ITALY – E’ di qualità la prossima...

14 luglio 2009 Comments (0) Dalla home page

REGIONI – Toscana: è nato il progetto Rocco

Al via un progetto regionale per fornire assistenza ai familiari delle vittime del lavoro

Una consulenza a 360° per risolvere tutti i problemi dei familiari delle vittime di incidenti sul lavoro. Ecco l’obiettivo del progetto R.O.C.C.O.  il cui acronimo che sta per Reinserire, Occupare, Curare, Condividere gli Ostacoli, e stato scelto – si legge in una nota del Ministero dell’Interno – per ricordare il nome di uno dei lavoratori ( Rocco Marzo – ndr) deceduti dell’acciaieria Tyssen Krupp di Torino. Il progetto, attivato il 10 luglio con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa nella prefettura di Firenze, mette in campo una task-force in grado di assicurare, in tempi brevi, il supporto necessario ai familiari delle vittime di incidenti sul lavoro, sul piano sanitario, fiscale e del reinserimento lavorativo.
Due gli obiettivi principali: da un lato informare meglio famiglie e imprese sulle opportunita riconosciute dalla normativa, dall’altro accelerare le procedure per l’erogazione dei benefici che non sono solo economici, ma comprendono anche assistenza sanitaria, riabilitativa e psicologica, inserimento e reinserimento lavorativo, agevolazioni fiscali.
“In Toscana – ha riferito il prefetto Andrea De Martino – cala il numero degli infortunati sul lavoro. Ben  – 4,3% nel 2008 rispetto al 2007, un dato superiore alla media nazionale che e del 4,1% , mentre purtroppo crescono gli incidenti con esito mortale, passati dai 70 del 2007 agli 82 dell’anno scorso, con un aumento del 7,2%”. L’iniziativa ha concorso al premio “Lavoriamo insieme” assegnato dal ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione alle iniziative che sviluppano una buona PA, riuscendo a livello nazionale fra i 13 vincitori della categoria ‘Semplificazione per i cittadini e le imprese.
Il protocollo d’intesa e stato siglato a Palazzo Medici Riccardi da prefettura, provincia, direzioni provinciali del Lavoro e dell’Inail, Aziende sanitarie 10 e 11, Confindustria Firenze, Ance Toscana, Cna, Confartigianato Imprese, Unione agricoltori, organizzazioni sindacali e Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro-Anmil Onlus.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.