REGIONI – Lazio: decisione Tar su multe quote latte

WEEKEND – Trento: vecchi mestieri e vacche di ritorno...

17 settembre 2009 Comments (0) News

REGIONI – Lombardia: scoperti 5mila lavoratori in nero

L’apertuta dei cantieri di Expa 2015 potrebbe far peggiorare la situazione

Si e tenuta nei giorni scorsi una riunione presso la Direzione Regionale del Lavoro della Lombardia per l’esame dei dati relativi al primo semestre 2009, sull’attivita di vigilanza effettuata da tutte le istituzioni pubbliche preposte. “L’esame dei dati mostra la gravita della situazione – ha detto Fulvia Colombini della Segreteria della Cgil regionale – perche nel 66% delle imprese ispezionate sono state rilevate irregolarita. Sono stati trovati 32.316 lavoratori cui si riferiscono irregolarita di vario genere e 5.535 lavoratori ‘in nero’. L’unico dato positivo, se cosi si puo definire, e il recupero di 154.486.091 di euro per le casse pubbliche”. Purtroppo, aggiunge Colombini, “la piaga del lavoro sommerso, irregolare, nero e grigio continua a dilagare in Lombardia e l’apertura dei cantieri per la realizzazione delle opere relative all’Expo 2015 potrebbe far peggiorare la situazione”. In particolare, rileva la dirigente della Cgil, “dopo l’approvazione del pacchetto sicurezza che introduce il reato di clandestinita, per i lavoratori stranieri non comunitari che perdono il posto di lavoro a causa della crisi, si apre il problema del mancato rinnovo del permesso di soggiorno. Con il permesso scaduto si viene considerati clandestini, quindi preda di sfruttamento e lavoro sommerso”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.