MADE IN ITALY – Pelletteria e calzatura di lusso:...

CRISI – Manovra: iter parlamentare in corso. Tremonti, approvarla...

8 luglio 2011 Comments (0) News

REGIONI-Lazio: rifiuti, verso la costituzione di Lazio Ambiente spa

La Commissione Bilancio, programmazione economico-finanziaria e partecipazione, presieduta da Franco Fiorito (Pdl), ha dato parere favorevole, con alcuni emendamenti, alla PL 205 d’iniziativa della Giunta, concernente l’istituzione della societa a partecipazione regionale denominata “Lazio Ambiente SpA”, con la quale la Regione Lazio intende risolvere l’annoso problema di Gaia, il Consorzio Gestione Associata Interventi Ambientali, in amministrazione controllata da diversi anni. Lo si apprende da una nota nella quale si spiega che il Consorzio, cui fanno capo tra l’altro la discarica e il termovalorizzatore di Colleferro, ha visto ridurre negli anni la propria attivita, mettendo a rischio numerosi posti di lavoro. Con il provvedimento, che dovra approdare nell’Aula consiliare per l’approvazione definitiva, “e stato fatto un passo molto importante per la risoluzione dell’annoso problema di Gaia”, come ha dichiarato a conclusione dei lavori il presidente della Commissione Bilancio, Fiorito. “La Regione interviene in maniera forte e decisa a favore dei lavoratori del Consorzio – ha proseguito Fiorito – e, nel contempo, inserisce un’importante pedina nello scacchiere regionale della gestione dei rifiuti. Si tratta di una scelta coraggiosa”, ha concluso Fiorito, autore di un emendamento che dovrebbe assicurare al controllo del Consiglio regionale le eventuali acquisizioni, partecipazioni e dismissioni di “Lazio Ambiente SpA” di cui, almeno all’inizio, la Regione deterra il cento per cento delle azioni.

Lazio Ambiente dovra essere il braccio operativo della Regione che “interviene nelle situazioni di crisi gestionale del servizio pubblico, al fine di garantire la continuita e la corretta funzionalita del servizio stesso”, come recita l’articolo 1 della PL n. 205. L’oggetto sociale di Lazio Ambiente Spa dovra contenere, tra l’altro, la possibilita di “acquisire aziende o rami d’azienda e partecipazioni in societa operanti nell’ambito del servizio di gestione integrata dei rifiuti” e, appunto, di procedere all’acquisizione del Consorzio Gaia, nel rispetto della normativa in materia, “stante la natura di creditore privilegiato vantata dalla Regione Lazio nei confronti del Consorzio stesso”, come si legge all’art. 2 della PL 2005. Il tutto “nel rispetto della normativa statale ed europea vigente, ed in particolare di quanto disciplinato in materia di aiuti di Stato”. Al conferimento iniziale di 120 mila euro per il capitale sociale, la PL 205 autorizza, in sede di aumento di capitale, la sottoscrizione da parte della Regione di azioni fino a 20 milioni di euro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.