PMI – Federlazio: 350 aziende del Lazio per l’innovazione

LAVORO – Sacconi: verso riforma del sistema fiscale

30 luglio 2010 Comments (0) Dalla home page

REGIONI – Sanità: Tremonti, Puglia non sarà la nostra Grecia

Non voglio che la Puglia diventi la nostra Grecia. Lo ha affermato il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti ( a sinistra nella foto), a Palazzo Chigi, nel corso della conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri di venerdi 30 luglio. In merito al piano di rientro dei conti della Sanita, Tremonti ha detto che “il Governo sta valutando la possibilita di stipulare con la Regione Puglia un piano di rientro. La stipula sara possibile se la Regione sara in grado di garantire l’equilibrio finanziario della gestione e il riallineamento della legislazione regionale a quella nazionale: in tal caso con apposito provvedimento sara riaperto il termine per la stipula scaduto oggi”.

Infatti, e necessaria una complessiva riprogrammazione delle risorse anche modificando strutturalmente il sistema, i criteri e le modalita di assegnazione dei fondi europei Fas, utilizzati poco e male dalle Regioni, come ha sottolineato il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffele Fitto (a destra nella foto), spiegando che ”per quanto concerne la quota regionale”, l’utilizzo delle risorse Fas 2000-2006 “e stato in media del 43%. Vi sono risorse non programmate e non spese per 1,5 miliardi”. Sul fronte delle risorse europee ”su circa 10 miliardi di euro una buona meta non risulta impegnata e per l’altra meta sono in corso verifiche che saranno completate nei prossimi mesi”. Fitto ha poi aggiunto che a fronte di 19 miliardi di euro per il periodo 2000-2006 ”15 miliardi sono oggetto di verifica e riprogrammazione”.

Rispondendo alla domanda di un giornalista sul mancato utilizzo dei fondi europei Fas da parte delle Regioni meridionali, il ministro ha ricordato come e stato possibile far emergere questo dato. “E’ stato fatto l’inventario – ha affermato Tremonti – dei grandi capitali arrivati e dei pochi soldi spesi al Sud” e annunciando l’inizio di una nuova politica che in autunno utilizzara altre forme di impiego dei capitali, il ministro ha portato ad esempio l’avvio della Banca del Mezzogiorno affermando che “la questione meridionale non e la sintesi degli interessi delle Regioni del Sud ma qualcosa di piu”. Secondo Tremonti, il Meridione e, dunque, una questione nazionale perche “l’Italia e un Paese duale con un Nord al di sopra della media Ue di ricchezza e un Sud al di sotto”. Un fenomeno a cui il Governo vuole porre rimedio. Ed e per questo che il Consiglio dei ministri ha deciso di commissariare la Calabria e il commissario nominato e il governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti, si avvarra della Guardia di Finanza per ricostruire i sistemi contabili ma si occupera anche di Sanita Le Fiamme Gialle, ha sottolineato il ministro ”non vanno per i controlli ma per la ricostruzione della base amministrativa e contabile”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.