MADE IN ITALY – Latte: primi passi per etichetta...

DL ANTICRISI – Gas concorrenziale per decreto?

24 luglio 2009 Comments (0) Dalla home page

PRIVACY – Parziale apertura banca dati imprese appaltanti

L’Autorita di vigilanza sui contratti pubblici da l’accesso ma non ai dettagli

Le imprese possono sapere se un concorrente ha un’annotazione ma non e possibile conoscerle nel dettaglio perche  la privacy oscura ancora alcuni dati, dalle false dichiarazioni alla negligenza sul lavoro, fino alle condanne penali dei vertici aziendali. Infatti, dal 2006, l’Autorita contratti pubblici, su ordine del Garante della privacy, ha oscurato tutto il casellario e lo ha reso accessibile solo agli appaltanti, per controllare l’affidabilita delle aziende prima di firmare i contratti, e alle Soa che fanno gli stessi controlli per rilasciare il nullaosta agli appalti di lavori.  Secondo il segretario dell’Istituto grandi infrastrutture (Igi), Federico Titomanlio “la cosa piu paradossale e che l’impresa non puo conoscere neanche la propria posizione. Ad esempio – ha affermato Titomanlio – un’impresa e venuta a sapere di essere nella lista nera del casellario solo da un appaltatore, quando l’ha esclusa dalla gara: la lettera dell’Autorita non era mai arrivata e l’azienda non si e potuta difendere”. 
Alla privacy e al suo difficile rapporto con il mercato degli appalti l’Igi ha dedicato nei giorni scorsi un convegno, mettendo a confronto le tesi dei difensori a tutti i costi della riservatezza anche negli appalti con quelle di chi mette al primo posto la trasparenza del mercato: per alcuni la privacy deve tutelare anche le imprese e non solo le persone fisiche, per altri la circolazione delle informazioni e una precondizione per lo sviluppo di una leale concorrenza. Per Claudio Zucchelli, capo dell’ufficio affari giuridici di Palazzo Chigi, “l’impresa che vuole entrare in un mercato redditizio come quello degli appalti – ha concluso – dovrebbe rendere note molte informazioni: non solo i precedenti penali, ma persino il fatturato”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.