SUD – Errani: ma quale piano per il...

VERTICE – Governo e Regioni in disaccordo su tutto

5 agosto 2009 Comments (0) Dalla home page

PREZZI – Carburanti: variano di giorno in giorno

Adiconsum: urge provvedimento del Governo. L’Antitrust apra inchiesta

Vincolare le compagnie petrolifere a variare il prezzo ogni 3 mesi, come avviene gia per il gas e l’elettricita poiche a nessuna impresa industriale e consentito variare i prezzi quotidianamente, ma fanno eccezione le compagnie petrolifere. Questa la proposta che si legge in una nota di Adiconsum. Una proposta che “non viola le regole comunitarie, tanto che e gia in atto per elettricita e gas – spiega l’associazione dei consumatori -Per i consumatori avrebbe un grande vantaggio: conoscere la compagnia piu conveniente. Non solo, questo meccanismo eviterebbe le consuete speculazioni che si realizzano alla vigilia dei grandi esodi”. E evidente che ogni compagnia attuerebbe la propria variazione per i 3 mesi successivi senza interferenza – continua la nnota – da parte dello Stato, ma una decisione in autonomia della compagnia.
“Del tutto insignificante – polemizza Adiconsum – stante l’attuale meccanismo di variazione dei prezzi giornalieri, risulta la decisione del Ministero dello Sviluppo economico (inserita nella Legge Sviluppo) di rilevare giornalmente le variazioni dei carburanti”.
Le continue variazioni di prezzo – sottolinea ancora l’associazione – annullano di fatto l’effetto concorrenza: infatti, con questo malcostume impediscono una reale concorrenza e il consumatore non e in grado di sapere ogni giorno quale compagnia offre il prezzo piu conveniente. Inoltre, incidono negativamente sull’inflazione. Molti prodotti a valle si adeguano, quindi, alle variazioni in alto dei carburanti, ma non si adeguano allorquando le variazioni sono negative (per esempio i trasporti). In conclusione, Adiconsum sollecita il presidente dell’Antitrust, Catricala, ad aprire un’inchiesta in merito.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.