STARTUP-Biotechware: vince il Premio Innovatori d’impresa

CRISI-Opportunità già visibili: è ora di tornare in Italia

5 giugno 2014 Comments (0) Dalla home page

PREMI-Good Energy Award 2014: una startup tra i vincitori

E con grande orgoglio e soddisfazione che aggiungiamo il prestigioso 2014 Good Energy Award alla nutrita serie di premi per l’innovazione ricevuti da Eco4Cloud, quali il 2013 Bully Award, lo Up Start2012 Cloud Computing Award, Working Capital ed e un ulteriore riconoscimento per la soluzione Eco4Cloud gia validata dai protagonisti mondiali del settore quali Cisco, Hewlett Packard, IBM, Microsoft, Telecom Italia, e analisti di mercato internazionali come 451 Research. Lo ha dichiarato Roberto Mircoli, amministratore delegato di Eco4Cloud, premiata nella categoria Giovani Speranze e Startup della quinta edizione del “Good Energy Award 2014”, dedicato alle imprese virtuose nei settori dell’energia da fonti rinnovabili e del risparmio energetico. Premio ideato da Bernoni Grant Thornton, che per primo in Italia ha proposto un riconoscimento per premiare quelle aziende che hanno avuto il coraggio di investire in un mercato nuovo, non tradizionale, in modo responsabile verso l’ambiente, l’economia e il territorio.

Eco4Cloud e un software che migliora significativamente l’efficienza operativa -in particolare quella energetica- dei data center, riducendone i consumi di energia del 30-60% e migliorandone prestazioni e livelli di servizio. La tecnologia nasce da un innovativo e sofisticato algoritmo sviluppato in seno all’Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni del Cnr, da cui e sorta Eco4Cloud che oggi e partecipata dai fondi PrincipiaSGR e Digital Investments Sca Sicar.

Gli altri vincitori sono Enel Green Power S.p.A. (Roma) per la categoria “Industria”, Cda di Cattelan S.r.l. (Talmassons – Udine) per la categoria “Terziario”, Famiglia Aperta Onlus (Medesano – Parma) per la categoria “Pubblica Amministrazione e Non Profit”, e PEDON Group S.r.l. (Marostica – Vicenza) per la categoria “Agroalimentare”. Il fatturato totale delle aziende coinvolte in questa edizione e di quasi 7 miliardi di euro per un dato complessivo che dal 2010 supera i 90 miliardi di euro.

Enel_Green_Power_S.p.AEnel Green Power Spa, con sede a Roma, si e aggiudicata il riconoscimento per la categoria Industria. La societa del Gruppo Enel interamente dedicata allo sviluppo e gestione delle attivita di generazione di energia da fonti rinnovabili a livello internazionale, presente in Europa e nel continente americano. Con una capacita di generazione di energia da acqua, sole, vento e calore della terra pari, nel 2013, ad oltre 29 miliardi di kWh – una produzione in grado di soddisfare i consumi di oltre 10 milioni di famiglie e di evitare l’emissione in atmosfera di 16 milioni di tonnellate di CO2 – Enel Green Power e leader di settore a livello mondiale, grazie a un mix di tecnologie ben bilanciato con una produzione largamente superiore alla media del settore. L’Azienda ha una capacita installata di circa 8.900 MW, con un mix di fonti che comprende l’eolico, il solare, l’idroelettrico, il geotermico e le biomasse. I circa 750 impianti operativi di Enel Green Power sono collocati in 16 paesi in Europa e nel continente americano.

Fabrizio-Cattelan_CDA“E davvero un grande onore per noi ricevere questo importante riconoscimento su un progetto nato e condiviso da un appassionato e proficuo lavoro di squadra con l’associazione di promozione sociale Animaimpresa e il Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Universita di Udine attraverso il suo spin-off Blucomb, che una giuria sensibile e attenta ha saputo cogliere – sottolinea Fabrizio Cattelan, ceo di Cda, vincitrice della categoria Terziario (a sinistra nella foto)– Testimonianza del fatto che le buone pratiche di sostenibilita non sono appannaggio solo delle grandi aziende, bensi necessita e opportunita per tutte le piccole e medie imprese. Ci sta a cuore risolvere in modo sostenibile la situazione che in questo caso interessa i fondi di caffe restituiti dai nostri distributori automatici, ma rappresenta anche un valore e un esempio per altre realta come la nostra che, a livello territoriale, possono ora trasformare un rifiuto in risorsa”. Da 40 anni leader di mercato nel Nord Est per il comparto della distribuzione automatica di generi alimentari e bevande, CDA e oggi uno dei principali punti di riferimento italiani del settore ed e costantemente impegnata in iniziative volte ad ampliare l’offerta e a garantire altissimi standard qualitativi al consumatore finale. Tra di esse spiccano: la divisione Wellness dedicata alla selezione di alimenti ad hoc, mirata ai distributori di punti sensibili quali ospedali, centri sportivi e scuole; il progetto Semaforo Verde, progetto di riduzione dei consumi della flotta aziendale e di benefit per il personale; lo strumento del Bilancio Sociale, per certificare l’impatto economico, sociale e ambientale sul territorio e nel mercato; l’impiego della telemetria per scambiare dati a distanza in tempo reale da e verso il distributore, a tutela di gestore e consumatore; il recente progetto pilota, in collaborazione con AIC- Associazione Italiana Celiachia, che garantisce la distribuzione di prodotti alimentari confezionati e, per la prima volta in Italia, bevande calde, rivolto specificamente alle persone affette da celiachia. L’azienda, con sede a Talmassons (UD), conta una sessantina di addetti, 43 automezzi, 4.200 distributori automatici e 2.500 clienti attivi nel Nordest d’Italia.

casa_passiva“Siamo attoniti e senza parole – dichiara Fabio Fabbro, presidente Fondazione Onlus Santa Lucia ( a sinistra nella foto) che si e aggiudicata il premio per la categoria Pubblica Amministrazione e No-Profit con il progetto Casa Passivacome di chi ha ricevuto un dono speciale e allo stesso tempo onoratissimi di aver ottenuto questo premio inatteso, insperato, ma importante e significativo per la nostra piccola realta. Un sincero grazie alla giuria che ha ritenuto di premiarci tra le numerose proposte pervenute, riconoscimento che riveste per noi un valore difficilmente spiegabile in questo particolare momento storico. Un grande grazie lo rivolgiamo a Bernoni Grant Thornton, per l’iniziativa Good Energy Award per l’encomiabile proposta in favore del rispetto della terra e della condizione umana. Nel nostro piccolo ci sentiamo investiti della responsabilita di consegnare il pianeta alle future generazioni, insegnando loro che la terra non appartiene all’uomo ma che e stata a lui consegnata in custodia per essere poi messa a disposizione di coloro che verranno in seguito. In quest’ottica l’accoglienza si rivolge alla cura dell’uomo e del suo habitat in un progetto piu ampio in cui la Famiglia e centrale nello svolgimento di questo ruolo. Un viaggio nella speranza, verso frontiere del domani dove l’uomo abitante del creato puo trovare la vera dimensione del proprio essere nella gioia di abitare la Terra, in piena solidarieta con l’ambiente e con i propri simili. Grazie ancora per averci condotto sin qui”.

Famiglia Aperta Onlus si e aggiudicata il premio con il progetto Casa Passiva, ovvero una abitazione che insiste nella struttura della Onlus, che assicura il benessere termico senza l’impiego di nessuna forma energetica di riscaldamento convenzionale. Costituita nel febbraio 2003, in seguito ad un’esperienza decennale di famiglia affidataria, “Famiglia aperta” e una associazione Onlus iscritta al Registro Provinciale del Volontariato della Provincia di Parma. L’associazione e stata costituita da persone che, ispirandosi ai principi cristiani, hanno dato vita ad una comunita di servizio per operare a favore di minori in situazione di disagio.? E aperta a volontari di ogni religione e cultura, nel rispetto dei valori fondamentali della persona umana. Presso la sede dell’Associazione, in Via Emilia 49, in un’antica canonica ristrutturata, adiacente ad una chiesa del ‘300, sono stati realizzati gli ambienti utilizzati per le finalita istituzionali: L’associazione opera in accordo con gli enti locali (Comuni, Asl, Asp, Comunita Montane). In seno alle attivita di sviluppo progettuale, e nato il progetto Bet Noah, realta che vede coinvolte due famiglie a tempo pieno, che nel corso del triennio 2011-2013 ha accolto tredici minorenni in affido, con una permanenza media di un anno circa, coinvolgendo nel progetto oltre 100 persone tra professionisti e volontari.

Luca-Zocca-Pedon-460x360“Siamo orgogliosi – dichiara Luca Zocca, direttore marketing di Pedon, vincitrice per la categoria Agroalimentare – di ricevere questo riconoscimento che premia un percorso intrapreso dall’azienda nell’ottica della sostenibilita. Politiche adottate che prevedono l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili, la riduzione degli imballi, l’impiego di packaging totalmente riciclabili, la promozione della biodiversita in agricoltura. Oggi siamo indicati come modello industriale di successo, capace di coniugare un’attivita d’impresa con politiche green, comunicando in modo trasparente quanto facciamo e i risultati fin qui ottenuti.”

Fondata nel 1984 come azienda distributiva all’ingrosso di prodotti alimentari, Il Gruppo Pedon e oggi a livello europeo l’azienda di riferimento per la lavorazione, il confezionamento e la distribuzione di cereali e legumi secchi. Il gruppo e strutturato in 2 divisioni, una retail – Pedon S.p.A. – e una dedicata alla produzione e vendita di commodities agricole all’industria di trasformazione alimentare e conserviera – Acos S.p.A. Pedon e oggi presente capillarmente con propri stabilimenti in Italia, Cina, Etiopia, Egitto e Argentina e in tutti i moderni canali distributivi, sia con prodotti a proprio marchio, sia come private label per la GDO con oltre 100 linee a marchio privato e 3.000 referenze. Le aree di business dell’azienda, oltre a quella predominante dei cereali e legumi secchi, si diversificano nei preparati per dolci, funghi secchi e alimenti senza glutine. Punto distintivo e di forza del gruppo Pedon e la rete globale di approvvigionamento, presente in 10 Paesi su 5 continenti, che tramite la divisione Acos riesce a garantire nel tempo elevati livelli qualitativi e il controllo totale delle filiere di approvvigionamento.

“Siamo molto orgogliosi del successo e del riscontro che il Good Energy Award ha ottenuto in questa 5° edizione – ha dichiarato Stefano Salvadeo, partner di Bernoni Grant Thornton – e, ancor piu, dell’entusiasmo e della dinamicita dei progetti e delle iniziative presentate. E bello constatare come la sostenibilita ambientale sia un fil rouge che unisce ambiti e settori produttivi anche lontani tra loro: obiettivo del Good Energy Award e anche quello di costituire un vero e proprio bacino e collettore di idee da condividere e analizzare, nella consapevolezza che il risparmio energetico ha ormai assunto, per dimensioni e importanza economica, i contorni di un vero e proprio welfare sociale.”

La Giuria del Good Energy Award 2014 e stata presieduta da Maurizio Fauri (professore di Sistemi Elettrici per l’Energia presso l’Universita di Trento e presidente Polo per l’Energia di Trento) e composta da: Fabrizio Adani (presidente Gruppo Ricicla – D.I.S.A.A. Universita degli Studi di Milano), Alessandro Beda (vicepresidente Sodalitas), Paolo Benatti (Gruppo Florim Ceramiche), Giuseppe Bernardi (presidente e ad Business Bridge Srl), Stefania Bertolini (segretario generale CSR Manager Network), Luca Bracchitta (vicepresident Sales and Technology di Bosch Energy and Building Solutions Italy), Renzo Capra (Comitato Scientifico FIPER – Gia presidente A2A), Ezio Chiodini (giornalista economico), Renato Chiurazzi (dottore commercialista in Milano), Alberto Dossi (presidente Gruppo Sapio), Giuseppe Fano (Consulting & Execution Srl), Giovanni Frigo (architetto in Verona, Partner FT Architets), Alessandro Foresti (Managing Ddrector Turboden), Antonio Grioli (presidente comitato di direzione Zucchetti Software), Marco Livio (partner RIA Grant Thornton), Dan Newman (presidente Matter Group), Carlo Rinaldi (vicepresidente FIPER).

Il Premio e stato realizzato con il contributo di Bosch, Florim, Zucchetti e Universal e con il supporto scientifico del Ministero dell’Ambiente, ANDAF, Universita degli Studi di Trento, Parco Tecnologico Padano, AEIT, Universita degli Studi di Milano, Universita degli Studi di Trento, Trentino Sviluppo, TIS Innovation Park di Bolzano, GSE, CSR, Nuvola Verde, Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Milano e Fiper (federazione italiana per la produzione di energie da fonti rinnovabili).

Fondato da Giuseppe Bernoni nel 1961, Bernoni Grant Thornton vanta oltre 50 anni di esperienza nella consulenza tributaria e societaria, nazionale e internazionale, nell’outsourcing e nell’advisory. Member Firm di Grant Thornton International Ltd. con sedi in tutto il mondo, dispone di un team di specialisti – presenti a Milano, Roma, Padova e Trento- al servizio dei progetti e alle risoluzione dei problemi delle aziende italiane e straniere.



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.