DPEF- Chiesta la Tremonti ter anche per imprese agricole

SUD – Svimez: i cervelli migliori vanno al Nord

15 luglio 2009 Comments (0) Dalla home page

PMI – Scajola: l’obiettivo è garantire i finanziamenti

Ministero dello Sviluppo economico e Unioncamere insieme per credito e occupazione

Uno stanziamento di 30 milioni per la realizzazione di iniziative a sostegno del sistema delle piccole e medie imprese. L’accordo e stato siglato tra il Ministero dello Sviluppo economico e l’Unione Italiana delle Camere di Commercio. “L’accordo tra il Ministero dello Sviluppo economico e l’Unioncamere – ha dichiarato il ministro delle Sviluppo economico, Claudio Scajola (nella foto) – dara priorita a iniziative per agevolare l’accesso al credito e sostegno all’occupazione di piccole e medie imprese nell’attuale difficile congiuntura economica. Questa iniziativa si affianca alle altre misure gia in vigore – ha spiegato Scajola – a partire dal Fondo di Garanzia per le Pmi, che e stato rifinanziato con 1,6 miliardi, e stato esteso all’artigianato e da inizio anno ha aumentato del 75% la propria attivita assicurando il credito di oltre 13 mila Pmi, di cui 1400 imprese artigianali. L’intesa con Unioncamere estende queste attivita, con l’obbiettivo di garantire il credito ed evitare l’asfissia finanziaria delle imprese”.
Le risorse previste dall’accordo provengono dai bilanci delle Camere di commercio e gli interventi potranno riguardare il sostegno al credito per la micro-imprenditorialita e l’occupazione; il sostegno ai Confidi attraverso la contribuzione a fondi di garanzia e  fondi rischi; il finanziamento, o co-finanziamento in collaborazione con le Regioni e gli Enti locali, di fondi di controgaranzia e co-garanzia; contributi in conto interesse e in conto capitale alle piccole e medie imprese al fine di agevolare l’accesso al credito e il  sostegno all’occupazione in particolare nel Mezzogiorno. “Esprimo la mia grande soddisfazione per l’Accordo siglato con il ministro Scajola – ha dichiarato il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello – Le Camere di Commercio si impegneranno a fondo affinche queste risorse possano contribuire a ridurre le difficolta di accesso al credito delle nostre piccole e medie imprese e a favorire la tenuta dei livelli occupazionali, anche attraverso progetti di nuova imprenditorialita”.
Un Comitato di gestione misto Ministero Sviluppo-Unioncamere di 5 membri effettuera l’analisi e la valutazione degli interventi delle Camere di Commercio e delle loro Unioni regionali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.