WEEK END – Alla scoperta del territorio del Prosecco

REGIONI – Sardegna: ridurre vincoli produttivi dopo incendi

15 maggio 2009 Comments (0) Dalla home page

PMI – Istituito Fondo nazionale MiSE per l’innovazione

Finalizzato al sostegno di progetti innovativi collegati a titoli della proprieta industriale

Tra gli obiettivi, favorire la trasferibilita dei titoli della proprieta industriale. Ma anche aumentare la loro capacita di attrarre finanziamenti. “Vogliamo rimuovere gli ostacoli – ha detto il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola (nella foto) che non consentono un adeguato incontro tra domanda e offerta di finanziamento per progetti basati su idee innovative e sullo sfruttamento industriale di brevetti e altri titoli della proprieta industriale”. Istituito, con decreto del ministero dello Sviluppo economico (G.U. n. 107 dell’11 maggio 2009), il Fondo Nazionale per l’Innovazione mira a sostenere le Pmi e a rafforzare il brevetto italiano e agira come strumento di mitigazione del rischio di credito e di investimento per banche ed intermediari finanziari che parteciperanno al finanziamento di progetti innovativi basati sull’utilizzo economico dei brevetti.  Le finalita sono attuate attraverso la partecipazione di risorse pubbliche in operazioni finanziarie proposte da soggetti intermediari, (banche, intermediari finanziari iscritti negli appositi elenchi) e dedicate al sostegno dei progetti innovativi. Per operazioni finanziarie deve intendersi un insieme organico di interventi finanziari da offrire alla Pmi a supporto dei loro investimenti.
Gli interventi sono attuati attraverso la compartecipazione delle risorse pubbliche in operazioni finanziarie progettate, co-finanziate e gestite da banche e intermediari, espressamente finalizzate al sostegno di progetti innovativi collegati a titoli della proprieta industriale.
Le risorse del Fondo sono assegnate, in via prioritaria, in favore di operazioni finanziarie adeguate a realizzare il finanziamento di progetti aziendali innovativi basati sull’utilizzo economico dei titoli della proprieta industriale, che coinvolgono gli attori della filiera dell’innovazione, in particolare Universita e centri di ricerca  e in cui il soggetto intermediario proponente assicura l’apporto di competenze finanziarie e gestionali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.