IMPRESE – Tessile: 1° semestre +9,1% produzione, in ripresa...

REGIONI – Lazio: illustrata proposta di legge Bonelli (Verdi)...

8 settembre 2010 Comments (0) News

PMI – Uir: un nuovo modello di fare impresa

Con l’obiettivo di analizzare il valore, l’importanza e le caratteristiche socio-economiche delle piccole e medie Imprese e di condividerne storie eccellenti, la Uir (Unione degli Industriali e delle imprese di Roma) e la Imd ( International Institute for Management Development – la Business School di Losanna, tra i piu prestigiosi Istituti di alta formazione per Top manager mondiali), in collaborazione con la Camera di Commercio di Roma, hanno promosoo l’evento ”Piccole e medie imprese per crescere – Creare un nuovo modello per fare impresa” sul ruolo delle Pmi nell’economia italiana e internazionale, in programma lunedi 13 settembre, a Roma, presso il Tempio di Adriano. In tale occasione, sara possibile confrontarsi con Stuart Read, Professore della Imd, uno dei massimi esperti in gestione delle family business al mondo. 

Il Business Forum aprira il pomeriggio con l’intervento di Stefano Zapponini presidente del Comitato Piccola Industria della UIR; Pietro Abate segretario generale Cciia di Roma; Stuart Read professore di Marketing Innovazione e Imprenditorialita della Imd e Hischam El Agamy, executive director della Imd, uno degli economisti piu autorevoli esperto in gestione delle aziende di famiglia e specializzato nelle dinamiche di sviluppo dei paesi europei ed asiatici.

Seguira una Tavola Rotonda che analizzera storie di successo di alcune aziende italiane ed internazionali. Interverranno per l’occasione: Bruno Cavazzuti, general manager Avesta Industries – Francia; Ignacio de Benito, presidente e ceo Crisbe – Spagna; Giovanni Diana, general manager Etrion Italia del Gruppo Etrion Corporation – Svizzera; Andrea Severini Cfo direttore finanziario Rainbow (creatrice del fenomeno Winx, una delle principali aziende di animazione a livello mondiale) – Italia. Moderera la tavola rotonda, Maurizio Tarquini, direttore generale Uir. Le conclusioni saranno affidate a Luigi Abete, presidente Assonime.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.