IMPRESE – Burocrazia: Unioncamere, adempimenti per mille euro al...

MADE IN ITALY – Stati generali: appuntamento per il...

17 ottobre 2011 Comments (0) News

PMI – Tutela legale: aumentano le polizze assicucarive contro i rischi che possono venire da fornitori, clienti insolventi o anche dipendenti

Aumentano le tensioni e le preoccupazioni tra le piccole e medie imprese che cercano sempre piu una sorta di protezione preventiva attraverso la tutela legale contro i rischi che possono venire da fornitori, clienti insolventi o anche dipendenti. Per questo aumentano le polizze assicurative a supporto dell’attivita di impresa nella gestione delle controversie e dei rapporti commerciali.

Un mercato, quello della assicurazione nella tutela legale, che sta crescendo del 5% nei primi sei mesi ma che potrebbe chiudere l’anno, secondo Roberto Grasso, amministratore delegato di Das Legal Services, nuova societa di Das Assicurazioni del Gruppo Generali,”con un incremento vicino all’8%”.

“Ai nostri clienti – ha sottolineato Grasso all’Adnkronos- come Das Assicurazioni offriamo assistenza legale dando coperture di garanzia di tutela su tutti i gradi di giudizio fino alla Cassazione. L’esigenza nasce perche, soprattutto nel settore delle piccole e medie imprese, viene chiesta sempre piu frequentemente l’integrazione alle coperture”. Con Das Legal Service, spiega ancora Grasso “oltre alla normale copertura legale offriamo nuovi servizi di consulenza e assistenza. Riusciamo ad anticipare, con garanzie di prevenzione, il rischio nel caso di un contenzioso dando vita ad una vera e propria attivita’ preventiva. Con la crisi e’ fondamentale per le aziende poter disporre di un controllo del proprio ciclo del credito, capire chi e’ il proprio cliente”.

“Tra i rischi maggiori per le piccole e medie imprese vi sono l’insolvenza, la contestazione sulle merci, il mancato pagamento di fatture. Con la crisi – ha spiegato Grasso – sono aumentate le esigenze dei nostri clienti perche e aumentata la conflittualita e i rischi e quindi anche i contenziosi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.