UE – Aria: combustibili navi con meno zolfo

CAPODANNO – Fuochi: 10 regole Adoc per evitare danni

30 dicembre 2009 Comments (0) Dalla home page

PMI – Innovazione: Scajola avvia fondo di 60 mln

Nuova boccata d’ossigeno dal Governo per l’innovazione nelle piccole e medie imprese: il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola ha firmato gli avvisi pubblici per l’attuazione del Fondo Nazionale Innovazione, che dispone di una dotazione di circa 60 milioni di euro.

“Si tratta di una misura – ha affermato il ministro – che rende disponibili risorse finanziarie per l’innovazione attraverso un meccanismo di condivisione del rischio di credito e di investimento a favore delle banche e di altri intermediari finanziari che sovvenzionano progetti innovativi collegati ai brevetti”.

Scajola ha poi ribadito che “con questo intervento intendiamo rimuovere gli ostacoli che si frappongono all’incontro tra domanda ed offerta di finanziamento per progetti basati su idee innovative e sullo sfruttamento industriale di brevetti e altri titoli della proprieta industriale aumentando la loro capacita di attrarre finanziamenti. I brevetti – ha poi precisato – sono strumenti fondamentali per creare valore economico e pertanto vanno incentivati. Gli avvisi pubblici appena diffusi sono quindi uno strumento importante per stimolare la ricerca ed aumentare la competitivita delle aziende italiane”.

Vengono cosi rimossi gli ostacoli all’incontro tra domanda ed offerta di finanziamento per progetti innovativi e lo sfruttamento industriale di brevetti. In particolare, gli avvisi pubblici si riferiscono alle due macroaree di intervento individuate dal Decreto Ministeriale del 10 marzo 2009: il finanziamento di debito, a cui vengono destinati 37,5 milioni di euro, e il capitale di rischio, a cui sono assegnati 20 milioni di euro. I due interventi sono entrati in vigore il 30 dicembre 2009 con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Una particolarita di questi strumenti di intervento e di essere collegati al contratto di rete, previsto dalla Legge Sviluppo. In tal modo avranno la possibilita di usufruire di questi finanziamenti anche le imprese che partecipano ad un contratto di rete relativo alla valorizzazione di un brevetto, comprese quelle che non ne sono direttamente titolari.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.