LAVORO-Immigrati: nel 2013 meno richieste da imprese (-29%)

ACQUA-Consumi e tariffe: D’Angelis, in Italia no escalation

8 agosto 2013 Comments (0) Dalla home page

PA-Suap: servizi standard e più telematica per le imprese

E’ stata presentata un’indagine sul funzionamento dei front-office degli Sportelli Unici delle Attivita Produttive (Suap) operanti in Italia. E’ un contributo alla piu complessiva attivita di monitoraggio sull’attuazione della riforma della Pubblica Amministrazione, previsto dalle norme istitutive del Suap e affidata al Ministero dello Sviluppo economico. Condotta nei mesi di febbraio e marzo 2013 con la collaborazione di Unioncamere e di InfoCamere – che ha raccolto i dati sul territorio – l’indagine e stata illustrata dal Ministero dello Sviluppo economico ai rappresentanti delle Regioni, dell’Anci e delle Associazioni di categoria ReteImpreseItalia e Confindustria, nel corso di una riunione organizzata nei giorni scorsi in collaborazione con l’Ufficio della Semplificazione amministrativa del Dipartimento della funzione pubblica, nell’ambito del Tavolo per la semplificazione istituito dalla Conferenza Unificata.

“Dai risultati delle elaborazioni si ricava un quadro con luci ed ombre, e si possono trarre utili indicazioni circa le possibili iniziative da promuovere per completare rapidamente l’attuazione di tale importante strumento del rapporto fra la PA e le imprese, e circa il ruolo che il supporto del sistema camerale puo offrire soprattutto nelle situazioni di maggiore criticita – ha spiegato il sottosegretario allo Sviluppo economico Simona Vicari – Tutti i partecipanti alla riunione hanno condiviso la necessita di proseguire in un’attivita di monitoraggio coordinata e condivisa e, in particolare le associazioni di categoria, hanno rappresentato l’esigenza che il miglioramento del funzionamento dei Suap, mediante l’ulteriore utilizzo della telematica, sia accompagnato dalla necessaria semplificazione e standardizzazione delle procedure e della modulistica”.

ferruccio_dardanello_buona“In Italia, come in Europa, il Suap e la strada maestra per semplificare i rapporti tra le imprese e la pubblica amministrazione, una sfida fondamentale per restituire competitivita al sistema imprenditoriale e al Paese, che possiamo vincere soltanto mettendo da parte i particolarismi e facendo prevalere il buon senso – ha detto il presidente di Unioncamere Ferruccio Dardanello commentando l’indagine – I dati di questo monitoraggio dimostrano chiaramente che la semplificazione ha successo se si fonda su standard condivisi e adottati in modo omogeneo sui territori”.

L’indagine ha preso in esame un campione di 1.000 Suap, dei quali 661 gestiti direttamente dai Comuni anche in forma associata e 339 Suap comunali gestiti con il supporto delle Camere di Commercio. Obiettivi: verificare le informazioni presenti sui siti web dei Suap e, attraverso il contatto telefonico diretto con gli operatori dei singoli Suap, verificare la corrispondenza tra informazioni sul web ed effettive modalita di espletamento delle procedure.

suapHome_defDall’indagine e emerso come il processo di informatizzazione dei Suap e stato avviato nella quasi totalita dei casi ed e in continua evoluzione. Il problema non e solo completare l’informatizzazione del Suap, ma soprattutto realizzare la standardizzazione dei servizi all’utenza. Un’impresa che abbia la necessita di operare in territori vari, e costretta ad apprendere tante modalita operative diverse quanti sono i Suap con cui si deve rapportare. Lo stesso discorso vale per le modulistiche che deve “rintracciare” presso Suap diversi, che a volte differiscono in modo sostanziale anche in relazione allo stesso adempimento.

Ulteriori informazioni sulla metodologia ed i risultati dell’indagine sono pubblicati sul sito www.mise.gov.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.