NORME- LA SCISSIONE NEGATIVA: ammissibilità civilistica e profili contabili

INNOVAZIONE-Regione Marche: tra Impresa 4.0 e Innovazione: a...

20 luglio 2018 Comments Off on PA-Milano e Bologna due Municipi Open: le pubbliche amministrazioni possono cambiare? Dalla home page

PA-Milano e Bologna due Municipi Open: le pubbliche amministrazioni possono cambiare?

L’evento è stato  organizzato da Forma del Tempo (FDT) in collaborazione con il Comune di Milano. Paolo Bruttini, presidente di FDT, da sempre ricercatore in questo ambito ha coordinato il dibattito.

Milano e Bologna hanno deciso di cambiare e lo stanno facendo con dei progetti molto innovativi.

Il cambiamento alla base dell’innovazione delle persone, delle aziende e dei modelli di business. Il dibattito che ha evidenziato il lato più innovativo dei  due Comuni, legato alla gestione delle risorse umane in un’ottica di open organization. 

 

E’ stata “cambiamento” la parola chiave dell’evento ‘Milano e Bologna due Municipi Open’. Giornata di incontro e confronto tra due delle eccellenze amministrative del Paese sotto la regia della nota società di consulenza Forma del Tempo (FDT).  L’evento è stato organizzato dal Comune di Milano, coordinato da Forma del Tempo e patrocinato da AIDP (Associazione Italiana Direzione Personale).

Quello che è emerso.

Il cambiamento

Il cambiamento è individuale, delle persone o dei loro capi, ma anche dell’organizzazione complessiva.

<<Soprattutto un cambiamento di cultura – ha affermato Paolo Bruttini,presidente di Forma del Tempo – Dal 2014 insieme a tanti amici e studiosi abbiamo sviluppato un pensiero sulle imprese moderne, partendo dall’Open Leadership Manifesto, imprese che nascono e si sviluppano nello spirito della Rete. Si può essere anche direttori o dirigenti, ma ugualmente favorire i processi collaborativi, credere e dare valore alle dinamiche bottom up, all’auto-organizzazione. Questo è il cambiamento più rilevante negli ultimi anni>>.

Apertura al nuovo anche per le PA

 

Apertura al nuovo che gradualmente comincia a investire anche la PA, e che trova nei municipi di Milano e di Bolognadue dei principali esempi.

<<Abbiamo intrapreso un importante processo di innovazione che  muove tutte le leve della gestione Hru, dalla selezione alla formazione alle nuove modalità agili di lavoro>>, le parole di  Valerio Iossa, responsabile Risorse Umane del comune di Milano. Gli fa eco Mariagrazia Bonzagni, Capo Area Personale e Organizzazione del comune di Bologna, raccontando la sperimentazione nel capoluogo emiliano del metodo WOL. Un’azione di sviluppo e di change management che si concretizza in un programma di supporto a gruppi (WOL Circle) che dura 12 settimane e che consente alle persone, “lavorando ad alta voce” di abbattere i silos dell’organizzazione, praticare il lavoro in modo aperto, aumentando la cooperazione, conoscersi, riconoscere ed apprezzare i colleghi attraverso il confronto reciproco, espandere il proprio network relazionale. Un tassello importante e coerente della people strategy che  punta, con gradualità e a piccoli passi a modificare l’organizzazione verso un allentamento della gerarchia, più lavoro in team, più collaborazione orizzontale.

Le nuove figure dell’Openness

Openness (Open Organization) è l’approccio di gestione aziendale a cui FDT sta lavorando già da diversi anni. <<La leadership nei sistemi complessi ed auto organizzati ha nuove caratteristiche. – spiega Massimo Lugli di Forma del Tempo – Chi sono i leader? I capi naturalmente, ma anche figure intermedie come nel comune di Bologna che non hanno una potere gerarchico, ma che possono esercitare una leadership per il cambiamento. In tutti i casi – continua Lugli – la sfida è sapere catalizzare il cambiamento, non condurre il cambiamento. Noi abbiamo messo a fuoco due figure: l’Open Manager (che è un capo) e l’Open Agent (che è una figura intermedia).  Il percorso formativo è su tre macro aree di competenza: 1) cos’è la openness e l’agilità 2) Cosa accade nel cambiamento individuale e organizzativo 3) quali sono i tool per facilitare (ne abbiamo mappati 105)>>

Comments are closed.