PMI – Autority attiva Forum per consumi

IMPRESE – Scajola rilancia partenariato con Algeria

6 ottobre 2009 Comments (0) Dalla home page

NICCHIE – La difesa dei vignaioli eroici

Il Cervim fa da garante degli interessi di produzioni tradizionali e legate al territorio

Una viticoltura difficile, quella delle Cinque Terre dove i vigneti vengono coltivati in veri dirupi in una sfida costante con la natura che e stata “addomesticata” nei terrazzamenti dove si producono vini di nicchia come il bianco Cinque Terre Doc e il passito Cinque Terre Sciacchetra Doc: una viticoltura eroica, da difendere ricordano al Cervim. Il Centro di ricerca e valorizzazione viticoltura montana,  e un organismo internazionale creato nel 1987, sotto gli auspici dell’ O.I.V., l’Office International de la Vigne et du Vin (oggi Organisation Internationale de la Vigne et du Vin) con lo specifico compito di promuovere e salvaguardare l’eccellenza delle colture vitivinicole estreme, assolutamente non competitive sul piano economico essendo praticate con molta fatica e molte ore di lavoro in avverse condizioni. Insomma il Cervim e un vero e proprio garante degli interessi di vignaioli che vivono in territori unici per cultura e paesaggio. “Sono circa 500mila gli addetti ai lavori e 200mila le aziende che operano, nonostante le difficolta, nel settore della viticoltura di montagna – ha spiegato Francois Stevenin, presidente del Cervim  – Cifre considerevoli che fanno riflettere sull’importanza dell’integrazione tra comparto enologico e turistico, al fine di garantire la salvaguardia del paesaggio e il benessere delle comunita che custodiscono un bagaglio unico di saperi e tecniche tradizionali”
Da Nord a Sud Europa, dalla Val d’Aosta, a Pantelleria, passando per la Valle del Douro in Portogallo e le Cinque Terre, con numerosi soci tra istituzioni, enti di ricerca e aziende vitivinicole, il Cervim ha un’unica importante missione: proporre soluzioni per la protezione del territorio, ridurre i costi di lavorazione e valorizzare la qualita dei prodotti vitivinicoli intraprendendo studi, ricerche e convegni ed assicurando la sua presenza a vari livelli istituzionali e di settore ove si affrontano problematiche legate alla viticoltura eroica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.