REGIONI – Lazio: microcredito per persone e imprese

DISTRETTI – Mse: impegno per il Sulcis-Iglesiente

5 novembre 2009 Comments (0) Dalla home page

MPI – Confartigianato: ok statuto imprese

Guerrini: auspico iter rapido per la proposta di legge

Siamo il Paese con la piu alta densita imprenditoriale al mondo ma anche con il maggior numero di ostacoli alla liberta d’impresa: per questo la proposta di legge di cui e primo firmatario Raffaello Vignali ha il
coraggio e l’ambizione di una rivoluzione copernicana nel porre le
micro e piccole imprese al centro dell’iniziativa politica e delle
strategie di sviluppo del Paese e ritroviamo nella proposta di legge le aspettative di Confartigianato per valorizzarle. Lo ha affermato il presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini (nella foto) nel commentare la proposta di legge presentata alla Camera per uno Statuto delle imprese. Per il presidente di Confartigianato, la proposta di legge puo contribuire a “valorizzare la libera iniziativa, l’assunzione del rischio, la concorrenza, l’innovazione e per liberare le imprese da costi e vincoli che ne comprimono le potenzialita. Insomma – ha ribadito Guerrini – per trasformare l’Italia in un Paese a misura di 4.223.639 micro e piccole aziende, vale a dire il 98,2% della realta imprenditoriale italiana, che danno lavoro al 59,3% degli addetti, realizzano il 43,9% del valore aggiunto e il 39,4% degli investimenti”.
Il segretario generale di Confartigianato Cesare Fumagalli, oltre a rilevare l’ampia e trasversale condivisione della proposta di legge da parte dei 130 Deputati di maggioranza e opposizione firmatari dell’iniziativa, ne ha apprezzato l’obiettivo di applicare i principi europei dello Small Business Act, ispirandosi all’idea-guida “Pensare anzitutto in piccolo”.
In particolare, Fumagalli ha sottolineato “l’importanza delle misure tese a valorizzare il ruolo della micro e piccola impresa con l’introduzione dell’obbligo della valutazione d’impatto sulle Mpi (Micro e Piccole Imprese) di ogni nuova normativa, la creazione di un’Agenzia per le Mpi presso la Presidenza del Consiglio, operante in stretto collegamento con il Ministero dell’Economia e con il Ministero dello Sviluppo economico e con il compito di elaborare proposte, di concerto con le parti sociali, finalizzate a favorire lo sviluppo delle imprese con meno di 20 dipendenti, l’elaborazione di un Rapporto annuale sulle Mpi del Presidente del Consiglio, che faccia il punto sullo stato delle micro e piccole imprese”.
“Auspico – ha concluso il Presidente Guerrini – un iter parlamentare rapido per la proposta di legge che deve dare presto i suoi frutti. Per restituire fiducia a cittadini e imprenditori, per far crescere il Paese, servono nuove scelte economiche e culturali che pongano la piccola impresa al centro degli interventi per rilanciare la competitivita”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.