PR-Nasce il progetto Digitalpr.pro: “Oggi, non è più solo...

CSR-Una delegazione europea elogia le pratiche per la responsabilità...

10 maggio 2017 Comments Off on MODA-Startup Crafted Society: lusso, etica e artigianato italiano Commerciale

MODA-Startup Crafted Society: lusso, etica e artigianato italiano

Una gamma di sneakers per uomo e donna che s’ispirano agli anni ’70 e ’80; un jeans in denim di altissima qualità e finitura che nelle due versioni maschile e femminile prende il nome dai sarti che lo confezionano; una capsule collection di sciarpe in seta e cashmere con disegno d’autore in toni neutri e vivaci; una versione originale del classico cappello Panama, che torna alle origini Inca per la materia prima e si perfeziona nella migliore lavorazione artigianale 100% “made in Italy” Crafted Society, brand appena nato in Olanda per valorizzare nel mondo l’alto artigianato, partendo dall’Italia, svela la sua raffinata collezione: capi d’abbigliamento e accessori nati dalle mani di abili artigiani italiani, che sposano lusso ed etica, in un progetto di alta responsabilità sociale.

Sul sito www.craftedsociety.com – destinato a diventare la piattaforma di vendita delle collezioni – si trovano le storie dei singoli prodotti e quella del progetto Crafted Society, realizzazione di un sogno per l’imprenditore Martin Johnston, visionario esperto di moda, che ha visto nel lusso una leva con l’appeal necessario per traghettare moda e consumi verso un acquisto etico, con sguardo attento all’impatto della produzione sul pianeta e alla ricaduta sulla qualità e le condizioni di lavoro degli artigiani. A concepire e disegnare la collezione Crafted Society è stata Lise Bonnet, direttore creativo del brand, che con Martin Johnston condivide il progetto professionale e familiare e il lungo trascorso nella moda, e che adesso, insieme al marito, festeggia il debutto sullo stage di Crafted Society di sneakers, jeans, scarpe e cappelli, tutti interamente realizzati in Italia secondo una logica di trasparenza e impegno: parte del fatturato delle vendite, infatti, è destinato a progetti sociali volti a mantenere viva la tradizione degli antichi mestieri.

SNEAKERS: ELEGANZA SENZA TEMPO

Un’ampia gamma di sneakers maschili e femminili, trendy e confortevoli, in varie versioni colore, dal pastello al nero, passando per l’effetto Python. Per la realizzazione delle sue sneakers, Crafted Society collabora con la IFG Srl di Corridonia (Marche), azienda di proprietà familiare guidata da Mario, calzolaio da più di quarant’anni, con il figlio Giacomo, che fornisce alcune delle più importanti case di lusso nel mondo. Con Crafted Society l’azienda condivide l’obiettivo di continuare a far vivere e salvaguardare gli antichi mestieri, sostenendo gli artigiani italiani e in un’ottica di costante dialogo, relazione e scambio con la comunità locale. Tutte le sneakers di Crafted Society sono interamente fatte a mano dalla IFG e rivestite con pregiata pelle di vitello proveniente dalla famosa conceria italiana FAEDA. A garantire la comodità della scarpa sono la linguetta imbottita e la suola rivestita in vitello. 100% made in Italy: materiali, finiture, imballaggio. Caratteristiche: morbida pelle di vitello (esterno e interno); sottopiede rivestito in vitello rimovibile; lacci cerati; sistema elastico interno che permette la vestibilità anche senza lacci; sacca porta-sneakers (inclusa); taglie italiane disponibili solo nei numeri pieni; ampia vestibilità; co-produzione con IFG. Prezzi al pubblico a partire da 395,00 euro (vedi www.craftedsociety.com) Mario Low (uomo, numeri dal 40 al 45) e Betty Low (donna, numeri dal 36 al 42) Ispirate alle classiche scarpe da tennis degli anni ’70 e ’80. Per la donna, anche in versione Python-Effect.

Comments are closed.