LAVORO – Web: opportunità ma quali sono le competenze...

MANOVRA – Pensioni: confermato limite 500 euro cash ...

12 dicembre 2011 Comments (0) News

MANOVRA – Imu: anticipo 2012, stanfgata in arrivo per imprese ed esercizi commerciali

Nella nuova manovra, l’Imu torna al 7,6 per mille e si accompagna all’espansione della base imponibile, a causa dei moltiplicatori che aumentano del 60% il valore catastale ai fini Imu anche per negozi e uffici, mentre nel caso degli alberghi e degli immobili strumentali alle imprese l’incremento e del 20%.

Considerando l’aliquota media attuale dell’Ici (fra il 6,4 e il 6,5 per mille), nel caso di esercizi commerciali e uffici l’effetto combinato di base imponibile determina incrementi medi del 90%, mentre alberghi e fabbriche vedono in prospettiva un aumento medio del 42,5% e la situazione puo anche peggiorare, perche il rincaro effettivo dipende dalla distanza fra l’Ici reale oggi chiesta dal Comune e l’aliquota di riferimento della nuova imposta. Nei Comuni dove l’aliquota ordinaria attuale e al 5 per mille (accade per esempio a Milano, anche grazie al «congelamento» tributario che vieta ai sindaci di aumentare i tributi fin dal 2008), l’impatto del nuovo regime sara anche piu drastico.

La manovra lascia ai sindaci la possibilita di ridurre le aliquote, portandole giu fino al 4 per mille quando l’immobile non e produttivo di reddito fondiario. Ma a parte il fatto che in alcuni casi nemmeno le aliquote al minimo riescono a evitare rincari rispetto al quadro attuale, lo stato della finanza comunale e l’obbligo di girare allo Stato meta dell’Imu sugli immobili diversi dalla prima casa rendono quasi impossibile attuare davvero qualche taglio d’aliquota.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.