MADE IN ITALY – Anlac: commissione petizioni Ue a...

MUTUI – Accordo Abi consumatori: fino al 31 gennaio...

25 luglio 2011 Comments (0) News

MANOVRA – Affitti: Clerici, fuoco concentrico dall’aumento dell’Ici al probabile eumento della cedolare secca al 25%

La combinazione del federalismo fiscale municipale della primavera scorsa con la manovra economica dell’estate comporta un fuoco concentrico sulla casa in locazione. Lo ha dichiarato il presidente di Assoedilizia e vice presidente di Confedilizia Achille Colombo Clerici che ha poi spiegato che con il federalismo si prospetta la possibilita di un aumento del prelievo Ici/Imu del 12 %. Inoltre, per Clerici, le tasse di scopo, nella nuova formulazione, potranno ammontare nientemeno che al 20% dell’Ici e graveranno sempre e solo sui contribuenti soggetti a questa imposta, ivi compresi i locatori.

“Quanto alla manovra estiva e ai tagli ipotizzati per il 2013 e 2014 – ha continuato Clerici – le deduzioni forfetarie sui canoni locativi ( un tempo fissate nella misura del 25 % , poi diminuite al 15 % ) potrebbero esser ulteriormente ridotte al 12 % : questa previsione in particolare appare assolutamente iniqua perche attiene non ad una agevolazione, ma al riconoscimento di un costo di produzione del reddito. Riduzione prevista – ha aggiunto – anche per la ulteriore deduzione del 30 % del canone in caso di contratto agevolato. La aliquota della cedolare secca potrebbe salire a piu del 25%. Questa imposta, date le difficolta ed i rischi interpretativi e applicativi, potrebbe rimanere lettera morta, con uno sballo della previsione di gettito diretto verso i comuni, che si aspettano il 21,7 % dell’introito. Parallelamente verrebbero ridotte le detrazioni del 36 % per spese di riqualificazione edilizia e del 55 % per le riqualificazioni energetiche ; rispettivamente a 28,8 e 44 % . Emerge – ha concluso – un quadro complessivo di gravi prospettive di penalizzazione della locazione abitativa, proprio in un momento storico in cui tale istituto potrebbe giocare un ruolo determinante nel portare a soluzione il problema casa nel nostro Paese”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.