CROWDFUNDING-Finanziato Io e il mio cane: si è conclusa...

STARTUP-Dynamitick: chiuso aumento di capitale da € 493mila

14 aprile 2017 Comments Off on MADE IN ITALY 2.0.2.0-iStarter: l’acceleratore italiano chiude la seconda edizione e dà appuntamento a New York e Pechino Dalla home page

MADE IN ITALY 2.0.2.0-iStarter: l’acceleratore italiano chiude la seconda edizione e dà appuntamento a New York e Pechino

iStarter, l’acceleratore italiano a Londra che aiuta le migliori startup a crescere, in Italia e nel mondo, ha chiuso la seconda edizione di Made in Italy 2.0.2.0. che ancora una volta ha riscosso un grande successo tra gli investitori.

Nell’esclusiva location di Westminster, 10 selezionatissime startup – BeMyEye, Charity Stars, Chatsim, Debut, Eucardia, Primo, Soldo, Viniexport, Worldz e Velasca – hanno avuto la possibilità di presentare le loro aziende e i progetti per il futuro di fronte a un pubblico di 250 persone  tra investitori, nazionali ed internazionali, Equity Partner di iStarter e rappresentanti dei più grossi fondi di investimento inglesi ed europei.

Supporter dell’evento la parlamentare inglese Tania Mathias, alla quale ha voluto associarsi, con piacevole sorpresa degli organizzatori, Robert Courts, membro del Parlamento inglese.

Questo evento è il nostro piccolo contributo per dimostrare che il rapporto tra Italia e Regno Unito è solido come non mai. Da esponenti del Parlamento Inglese affrontiamo insieme con fiducia questo momento di incertezza legato al risultato del voto sulla Brexit” hanno affermato i due politici nel corso della serata di gala. Messaggio subito sostenuto da iStarter attraverso l’hashtag #strongerthanbrexit.

Elevato l’interesse mostrato per le startup da parte degli investitori e degli Equity Partner presenti, spinti da una passione per l’innovazione e dalla volontà di supportare nuove e promettenti realtà a farsi largo nel mondo con successo, offrendo competenze e creando connessioni.

“Obiettivo sicuramente raggiunto” ha affermato Antonio Chiarello, Amministratore Delegato per l’Italia di iStarter. “La piazza di Londra ha dimostrato ancora una volta di essere un importante driver dove far nascere e sviluppare connessioni tra finanza ed economia reale. Ma vogliamo che le nostre startup siano ambiziose, e noi con loro, per questo motivo stiamo già lavorando alle prossime due tappe del 2017-2018 Made in Italy mantra Worldtour”.

Appuntamento, dunque, a Pechino a Ottobre 2017 e a New York a inizio 2018 con l’inaugurazione della nuova sede US di iStarter.

 

 

 

 

iStarter, nata nel 2012, è il player di riferimento per le start up Made in Italy che vogliono far crescere e internazionalizzare il proprio business.

Con sedi a Londra, Milano e Torino e la collaborazione di circa 100 equity partner, iStarter si pone come ponte tra l’Italia e il mondo anglosassone, supportando le start up nella ricerca di investimenti e offrendo loro le competenze e le connessioni rese possibili dai propri partner, affermati professionisti provenienti dalle migliori realtà di consulenza strategica e finanziaria del mondo.

 

Comments are closed.