RIFIUTI – Martini chiede a Governo verifica nave dei...

IL CASO – Pmi: Is Bologna ovvero come...

25 settembre 2009 Comments (0) News

MADE IN ITALY – Il formaggio che profuma di erba alpina

Frutto della collaborazione tra Regione, Provincia, Facolta di Agraria, Comunita montane

Dalla tradizione contadina del Canavese, arriva un nuovo formaggio col profumo dell’erba dei pascoli. Verra presentato, sabato 26 settembre, a partire dalle ore 15, al Castello di Castellamonte.
Si tratta di un formaggio a latte crudo, ricco delle proprieta organolettiche e del gusto che deriva da pascoli selezionati e dall’alimentazione dei bovini con particolari tipi di erba presenti nelle Valli Orco, Sacra e Soana, prodotto dalla latteria sociale Valle Sacra. E caratterizzato dalla stagionalita, da una certa variabilita di gusto legata ai diversi tipi di erbe e racchiude in se il gusto del latte proveniente da pascoli selezionati e curati.
Questo prodotto nasce da un progetto di ricerca sulla qualificazione territoriale e stagionale dei prodotti caseari, che sin dal 2005 ha coinvolto la Regione Piemonte, la facolta di Agraria dell’Universita degli Studi di Torino, le Comunita montane Valle Sacra e Valli Orco e Soana, la Provincia di Torino, la Latteria Sociale Valle Sacra e la societa Cosea. Il progetto ha inoltre consentito di valorizzare l’economia montana della zona.
All’incontro saranno presenti il senatore Gianfranco Morgando del Cda della latteria sociale Valle Sacra, l’assessore all’Agricoltura del Piemonte Mino Taricco, il presidente della Provincia di Torino Antonino Saitta, il presidente provinciale della Coldiretti Riccardo Chiabrando, Moreno Soster e Paolo Aceto della direzione Sviluppo agricoltura della Regione Piemonte, Andrea Cavallero, Giuseppe Zeppa, Angela Mosso e Simonetta Mazzarino dell’Universita degli Studi di Torino. La presentazione proseguira alle 17.45, dopo un intermezzo musicale a cura dell’ensemble Fiatinsieme Sax Quartet, con l’intervento della presidente della latteria sociale Valle Sacra Paola Roletto Zabella e dell’assessore all’Agricoltura della Provincia di Torino Marco Balagna.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.