PMI-Servizi: con Personal Planner la segretaria è virtuale

MADE IN ITALY-Blumarine: per l’estate ecco la Fancy bag

26 gennaio 2012 Comments (0) Commerciale

MADE IN ITALY-Auto elettriche: Tassari Zero la sportiva

Tazzari Zero e una due posti completamente elettrica, che si vuole proporre come un’alternativa alle citycar tradizionali, ma che non rinuncia a nulla in termini di prestazioni, di look o di comodita.

La Zero e un prodotto 100% italiano e si basa su un telaio in alluminio, proprio come le auto da corsa, che garantisce robustezza e leggerezza. La stessa filosofia e stata seguita per la scelta della carrozzeria, tutta in ABS, dalle linee molto originali. Il look e decisamente sportivo, e le 12 colorazioni disponibili (su ordinazione si puo richiedere un colore completamente personalizzato) contrastano ed esaltano il nero della capote e dei particolari di chiara ispirazione racing, come i gruppi ottici tondi, le minigonne e i parafanghi maggiorati; chiudono i cerchi in lega di alluminio da 15”, disponibili in 3 colori e dotati di pneumatici 175/55.

Gli interni non sono da meno: si parte dal piccolo volante a tre razze rivestito in ecopelle e si passa ai sedili, sempre in ecopelle, molto avvolgenti e di chiara ispirazione sportiva, cosi come diversi particolari in alluminio fra i quali spiccano i pedali “racing” e le maniglie. La strumentazione e centrale e prevede il tachimetro, il contachilometri, l’indicatore di carica e le spie dei servizi. Un indicatore a led, posizionato subito dietro al volante, mette in evidenza il consumo istantaneo.

Quattro vistosi pulsanti colorati gestiscono le modalita di funzionamento del motore, che puo essere impostato, a seconda delle circostanze, secondo diversi profili di rapporto fra prestazioni e consumi. Il pulsante blu (rain) limita l’accelerazione in caso di scarsa aderenza, quello giallo (standard) offre prestazioni medie, il verde (economy) privilegia l’autonomia riducendo le prestazioni e quello rosso (race) attiva la massima potenza . Altri due pulsanti, piu in basso, impostano il senso di marcia.

I finestrini e gli specchietti sono elettrici, la chiusura e centralizzata e attivata da telecomando, c’e il riscaldamento e l’impianto autoradio; insomma, non si rinuncia a niente di tutto quello che si troverebbe su un’auto normale o su altre citycar di fascia medio alta. La Zero puo ospitare comodamente due persone, anche di alta statura, e per quanto riguarda i bagagli ne consente il trasporto in due vani: uno anteriore, da 30 litri, ed uno posteriore da 150, entrambi sotto chiave.

Le batterie al litio sono in grado di garantire fino a 140km di autonomia (variabili, ovviamente, a seconda del tipo di guida) e consentono al motore da 15KW di spingere la Zero fino a 100Km/h; numeri che rendono irresistibile la tentazione di uscire dalla citta e dirigersi, ad esempio, verso la strada costiera, per cedere alla tentazione di premere il tasto rosso.

Nelle strade extraurbane e a velocita codice, prossime ai 90Km/h la Zero e sempre molto stabile e sicura e il viaggio e reso ancora piu piacevole dalla estrema silenziosita, tipica delle macchine elettriche.

Non bisogna dimenticare che la Zero e anche un’auto ecologica e non solo perche, essendo elettrica, non emette gas inquinanti, ma anche perche sfrutta materiali completamente riciclabili come l’alluminio e le particolari batterie al litio. L’alimentazione elettrica, inoltre, consente di ignorare i blocchi del traffico per inquinamento e in molti Comuni di accedere alle ZTL.

Prezzi e costi

Dopo aver descritto le caratteristiche estetiche e prestazionali della Zero e opportuno affrontare il discorso meramente economico: iIl prezzo della Zero e di 25’000 euro, una cifra che, confrontata alle macchine tradizionali, puo sicuramente spaventare, almeno inizialmente, ma che alcune considerazioni possono rendere interessante.

Innanzitutto bisogna considerare che la Zero, come vettura elettrica, e esente dal pagamento del bollo per i primi 5 anni e che, essendo immatricolata come quadriciclo a motore, gode di sostanziosi vantaggi economici in termini di assicurazione (oltre a poter essere guidata a partire dai 16 anni di eta) che puo arrivare a costare praticamente la meta rispetto a quella di una normale citycar (normalmente immatricolata come autoveicolo).

Un altro risparmio e quello legato alla manutenzione perche, rispetto ad un motore a scoppio, quella del motore elettrico e praticamente nulla. Niente tagliandi: non c’e olio da cambiare, ne filtri o candele da sostituire, ne distribuzione da registrare e tutto il resto. I componenti sono inoltre ridottissimi in termini di quantita e quindi ci sono molte meno probabilita di guasti.

Ma i risparmi piu consistenti sono senz’altro quelli che riguardano i consumi. Il costo medio per Km, in termini di corrente elettrica di un’utenza domestica, e di circa 2,7 centesimi di euro. Una percorrenza annuale di 12’000km (30km al giorno) significa una spesa complessiva di 324 euro. Basta fare un rapido calcolo relativo alla stessa percorrenza con i costi attuali del carburante per rendersi conto di quanto si possa effettivamente risparmiare nel corso di un anno.

La ricarica puo avvenire con una normalissima presa di corrente e, attraverso un apposito selettore, si puo scegliere la quantita di potenza assorbita, regolandola a seconda della portata del proprio contatore e del carico in atto in un determinato momento (ad esempio riducendolo se si ha lavatrice o il forno acceso). In questo modo il tempo di ricarica varia da 5 a 14 ore, ma avendo a disposizione un impianto a 380V si possono portare le batterie all’80% della capacita in soli 50 minuti.

Aziende o privati che posseggano un impianto fotovoltaico, comunque, possono ricaricare la Zero praticamente gratis, riducendo i tempi di ammortizzazione dei costi.( Letto su Tiscali )

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.