COMMERCIO- Vending machine: Adiconsum, regole e diritti

SICUREZZA IT-Apparecchi: uso promiscuo personali e aziendali

12 giugno 2012 Comments (0) Dalla home page

INNOVAZIONE-Nanotecnologia: business del futuro

Torniamo a parlare di Nanosilv, l’azienda veneta che ha portato per prima in Italia la gamma piu innovativa di soluzioni nanotecnologiche applicate al mondo dell’edilizia che puntano al risparmio energetico e al rispetto dell’Ambiente. Per saperne di piu su questa microimpresa innovativa, abbiamo incontrato l’ingegner Leopoldo Pozzato, fondatore di Nanosilv.

L’azienda, e distributrice in Italia di soluzioni nanotecnologiche: ingegnere, puo spiegare ai nostri lettori di cosa si tratta? Insomma, cosa sono le nanotecnologie?

Intanto prendiamo a prestito la definizione che si trova su Wikipedia: “e un ramo della scienza applicata e della tecnologia che si occupa del controllo della materia su scala dimensionale inferiore al micrometro (in genere tra 1 e 100 nanometri) e della progettazione e realizzazione di dispositivi in tale scala” . Aggiungiamo che un nanometro e la miliardesima parte di un metro e che alcuni materiali, ridotti in dimensioni nanometriche presentano caratteristiche uniche, diverse da quelle dei medesimi materiali in dimensioni normali o molecolari. Detto questo possiamo affermare che la nanotecnologia si propone di utilizzare tali proprieta per creare materiali intelligenti che risolvano i problemi della vita di ogni giorno. Voglio, poi, ricordare che lo sviluppo della nanotecnologia e stato reso possibile dal microscopio elettronico a scansione a effetto tunnel che consente di “vedere” con una precisione fino a 1 A (angstrom) pari a 0,1 nanometri.

Ci stiamo addentrando in un campo estremamente “tecnico” che non e alla portata di tutti. Per capire le applicazioni pratiche, ci puo parlare dei benefici in termini di risparmio energetico e rispetto per l’ambiente che si possono ottenere dall’utilizzo dei prodotti ottenuti applicando la nanotecnologia?

Come si evince dalla definizione precedente, la nanotecnologia copre un campo estremamente ampio e praticamente impossibile da circoscrivere. A titolo di esempio si citano due applicazioni della nanotecnologia che promuovono il risparmio energetico ed il rispetto dell’ambiente. Il primo e un additivo, denominato SurfaPore ThermoDry, per comuni pitture ad acqua, che le rende termoisolanti e idrorepellenti. Le microsfere di vetro cave in esso contenute riducono drasticamente la trasmissione del calore e consentono alla pittura di riflettere fino al 95% delle radiazioni termiche (raggi infrarossi) che la colpiscono. Inoltre le nano particelle di biossido di silicio (SiO2) rendono la pittura idrorepellente, cioe non si bagna, e una pittura asciutta conduce meno il calore e dura di piu. I vantaggi in termini di risparmio energetico sono evidenti: serve meno combustibile per riscaldare gli ambienti e meno energia elettrica per rinfrescarli. Come conseguenza si riduce anche l’emissione di CO2 .

Il secondo e un rivestimento a base di nano particelle di biossido di titanio (TiO2), denominato SurfaShield, che conferisce alle superfici trattate proprieta autopulenti ed auto igienizzanti. Per fotocatalisi il biossido di titanio scompone l’umidita dell’aria in radicali di breve durata che aggrediscono le sostanze organiche, e rendono le superfici superidrofiliche. Le macchie di origine organica si dissolvono per effetto della luce del sole. I batteri e le spore dei funghi che si depositano sulle superfici vengono attaccati e disattivati (98,9% dei batteri e 87,27 dei funghi in 4 ore) senza l’uso di antibiotici o altre sostanze chimiche, e senza la possibilita di adattamento. Grazie alla superidrofilia inoltre, basta poca acqua per “lavare via” eventuali residui. Oltre a questo, le superfici trattate sono in grado di abbattere le sostanze inquinanti tra cui gli ossidi di azoto (NOx). Si puo affermare che1000 m2 di superficie trattata con SurfaShield danno un contributo relativo alla riduzione del NOx complessivo paragonabile a quello di 56 alberi adulti.

Chi sono i vostri clienti?

I nostri clienti sono le imprese di qualunque dimensione. I prodotti sono talmente sicuri, e semplici da applicare, da poter essere utilizzati anche dagli utenti finali.

Stiamo parlando di innovazione: e vero che puo essere anche alla portata delle piccole e medie imprese? E di una microimpresa?

Con i nostri prodotti l’innovazione e realmente alla portata di tutti, dal piccolo artigiano alla grande impresa. Tra i nostri clienti annoveriamo piccoli artigiani che, grazie alla nanotecnologia sono riusciti a conferire alla proprie applicazioni proprieta di resistenza all’acqua e all’olio, mai ottenute con prodotti precedenti. Piccole imprese che hanno modificato alcuni dei propri prodotti. Colorifici che hanno progettato prodotti innovativi a base nanotecnologica. Medie aziende che stanno recependo come strategiche le proprieta derivanti dall’applicazione dei prodotti nanotecnologici.

Di quanto e – mediamente – l’investimento iniziale? Ci sono agevolazioni e contributi?

L’investimento iniziale e estremamente contenuto, spesso si limita al solo acquisto del prodotto. La sperimentazione e l’utilizzo non richiedono l’acquisto di apparecchiature particolari, ne l’avviamento di processi produttivi complessi. I contributi e gli incentivi sono quelli normalmente riconosciuti per l’innovazione di prodotto e/o di processo.

Ingegnere, quanto puo l’innovazione migliorare il business aziendale? E’ un investimento produttivo?

Sempre, ma in particolar modo in questo periodo di crisi, e di estrema importanza poter proporre al mercato prodotti innovativi. Per dare un’idea dell’importanza che possono avere le innovazioni introdotte dalle nanotecnologie vi faccio alcuni esempi: per un’azienda che produce manufatti in legno, poter offrire ai propri Clienti legno che non si bagna ed il cui trattamento e garantito almeno 8 anni; per un’azienda che produce piastrelle di ceramica poter proporre pareti ventilate che si puliscono da sole o pavimenti che non si sporcano e sono in grado di abbattere la carica batterica; e ancora per un colorificio produrre pitture termiche ed idrorepellenti, o per una fornace produrre mattoni che non assorbono acqua o tegole idrorepellenti che resistono al ghiaccio.

Marmo che non si macchia, cartongesso che no si bagna, pannelli fotovoltaici che si auto-puliscono, …, e l’elenco potrebbe continuare perche e solo la fantasia che pone un limite alle possibili applicazioni dei nostri prodotti nanotecnologici.

Cosa direbbe a un giovane che volesse aprire una propria attivita puntando sulla nanotecnologia?

Puntare sulla nanotecnologia vuol dire conseguire un vantaggio competitivo immediato, ma soprattutto puntare al futuro, perche indubbiamente nei prossimi 50 anni la nanotecnologia la fara da padrone.

Com’e nata la decisione di lavorare in questo campo? Quale e stato il percorso della Nanosilv?

Come accade spesso tutto e stato mosso dalla curiosita, abbiamo sentito parlare di questi nuovi prodotti, ci siamo documentati, abbiamo sperimentato la loro efficacia, e siamo stati colpiti dalla loro semplicita e sicurezza. Si pensi che oltre a essere estremamente efficaci, sono totalmente sicuri e amici dell’ambiente. I principi attivi sono biossido di silicio (silice, vetro) e biossido di titanio, opportunamente ingegnerizzati per impedire la dispersione di nano particelle nell’aria. Inoltre, sono tutti a base d’acqua, cioe non contengono solventi dannosi per l’uomo e per l’ambiente.

Abbiamo fatto delle ricerche e valutato diversi possibili fornitori, due anni fa abbiamo avviato la collaborazione attuale con l’azienda greca Nanophos Sa che, come punti di forza, annovera la continua ricerca di nuovi prodotti, l’elevata qualita e la disponibilita da parte dei suoi tecnici di supportare noi e i nostri clienti industriali nella fase di inserimento dei prodotti nanotecnologici nei processi produttivi.

Quanti soci siete e quanti dipendenti?

Siamo tre soci e attualmente non abbiamo alcun dipendente. In questa fase di start-up abbiamo scelto di avvalerci di un servizio di outsourcing per la gestione della logistica e di un service per il gestionale. Ci avvaliamo della collaborazione di due consulenti per il supporto informatico e gli approfondimenti tecnici. Inoltre, La rete commerciale e formata da 15 agenti.

I progetti per il futuro?

Concentrare la nostra attenzione sull’innovazione che i nostri prodotti possono introdurre nei processi produttivi esistenti, in altri termini, “inventare” nuovi prodotti insieme con i nostri clienti ed espandere la rete di vendita fino a coprire tutto il territorio nazionale oltre a consolidare le collaborazioni in essere con le aziende e avviarne di nuove.

Ultimamente, la Nanosilv ha contribuito a rendere ancora piu ecosostenibile il Bagnogiulia 85 di Riccione, l’unico stabilimento balneare europeo completamente green ed accessibile a ogni forma di disabilita. (Vedi anche: INNOVAZIONE – Nanosil: piu ecosostenibile il Bagnogiulia di Riccione con le nanotecnologie )

(Nalla foto, al centro, Giannis Vasilis, l’ingegnere inventore dei prodotti della greca Nanophos con il suo staff)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.