FAMIGLIA – Piano nazionale: 80 mln di euro con...

FISCO – Ultimi provvedimenti: ecco la consueta panoramica (Sole...

20 aprile 2012 Comments (0) News

LAVORO – Riforma: disoccupati, soppressa l’esenzione ticket sanitari. Poi Fornero ci ripensa e parla di “refuso”

L’esenzione sui ticket sanitari prevista per i disoccupati sara ripristinata tramite emendamento del Governo che provvedera a cambiare la norma. Ma cos’e successo?

A lanciare l’allarme e stata la relazione dei tecnici del Senato al ddl lavoro: il provvedimento – di legge nella relazione – prevede la cancellazione dell’esenzione sui ticket per le prestazioni di diagnostica strumentale e di altre prestazioni specialistiche in favore dei disoccupati e dei familiari a carico. Ma con un comunicato il Ministero del Lavoro ha precisato che, con riferimento alle notizie circa lo stop all’esenzione dal ticket sanitario per i disoccupati, ha gia rilevato “il refuso” assicurando che ne fara oggetto di una proposta emendativa da presentare durante l’iter parlamentare del disegno di legge di riforma del mercato del lavoro.

Il comma 1 dell’articolo 64 – si legge nella relazione del servizio studi del Senato – sopprime l’esenzione dai cosiddetti ticket in materia sanitaria in favore dei disoccupati e dei loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro (incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico).

Sarebbero interessate, secondo le indicazioni fornite dai tecnici del Senato, le prestazioni di diagnostica strumentale e di laboratorio e delle altre prestazioni specialistiche, comprese le prestazioni di fisiokinesiterapia e le cure termali. Nonostante le misure del ddl apparentemente sembrino far pensare alla cancellazione dell’esenzione dei ticket anche per i medicinali, le nuove norme, anche secondo quanto e stato sottolineato dal servizio studi del Senato, non riguardano questi ultimi, in quanto essi sono eventualmente introdotti e disciplinati dalle singole regioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.