LAVORO – Sciopero servizi pubblici: da Cdm regolamento che...

TERREMOTO – Maggio 2012: da Cdm deroga al limitedel...

15 febbraio 2013 Comments (0) News

LAVORO – Privacy: ci vuole correttezza per controllare pc dipendenti

Il garante per la protezione dei dati personali, con provvedimento n. 307 del 18 ottobre 2012, analizza il ricorso presentato da un lavoratore che, dopo aver ricevuto una contestazione disciplinare, e stato licenziato senza preavviso a causa di una verifica effettuata sul pc datogli in dotazione dalla societa, dal quale sarebbe emersa “un’attivita in palese concorrenza con l’azienda” stessa.

Il garante a tutela della privacy del dipendente ha accolto il ricorso, stabilendo che la societa non puo utilizzare quei dati per licenziare il dipendete, in quanto illecitamente acquisiti dal datore di lavoro durante l’esecuzione delle operazioni di back up del portatile del dipendente. Infatti, le informazioni erano state indebitamente ottenute, attraverso la verifica del contenuto di files aventi carattere personale (“raggruppati in cartelle a nome “mio” e personale XY”): il tutto in violazione dei principi di liceita e correttezza.

Pertanto, dato che l’azienda non ha provveduto in anticipo a comunicare al lavoratore le modalita con cui “il datore di lavoro avrebbe potuto controllare il portatile concessogli in uso”, si e commessa una violazione del diritto di privacy.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.