PMI-Internazionalizzazione: 300mln da Unicredit e Sace

CRISI-Corruzione: 90 mld in più le grandi opere pubbliche

9 luglio 2012 Comments (0) Dalla home page

LAVORO-Lombardia: 4mila assunti in 5 mesi (42% donne)

Sono oltre 4mila i lavoratori assunti in Lombardia nei primi 5 mesi dell’anno, da gennaio a maggio. Il dato e emerso dall’ultima indagine dell’Osservatorio Openjobmetis, l’Agenzia per il lavoro guidata dall’amministratore delegato Rosario Rasizza che ha evidenziato una maggior dinamicita nelle province di Brescia, Bergamo e Milano, con piu di 3mila assunzioni complessive.

Nello specifico, piu di 1.400 lavoratori hanno trovato impiego in provincia di Brescia, oltre 1.000 in quella di Milano e quasi 800 nell’area di Bergamo. Numeri significativi anche in provincia di Varese con piu di 300 assunzioni, Mantova e Como, che hanno offerto lavoro rispettivamente a oltre 250 e 100 persone.

“Nonostante il difficile contesto occupazionale – ha spiegato l’amministratore delegato di Openjobmetis – una seppur timida ripresa sembra esserci. Dietro le 4.000 assunzioni c’e la grande soddisfazione per aver aiutato tanti lavoratori e aver fornito un servizio di ottimo livello alle nostre aziende clienti, che continuano a darci fiducia”.

La manodopera femminile rappresenta il 42% dei contratti complessivi, con oltre 1.700 lavoratrici assunte dalle aziende lombarde. Anche in questo caso, sono le province di Brescia, Milano e Bergamo ad essere maggiormente ricorse al lavoro rosa, con piu di 1.300 assunzioni: oltre 500 a Brescia e Milano e piu di 200 a Bergamo.

Anche gli stranieri hanno un’incidenza rilevante con oltre 1.200 lavoratori assunti (il 30% del totale) da gennaio a maggio. Percentuale che raggiunge il 47% nella provincia di Bergamo (55% se si considerano le sole assunzioni maschili), e sfiora il 40% in quella di Brescia.

I settori d’impiego sono quelli tradizionali: gli uomini trovano impiego nell’area metallurgica e meccanica, nelle produzioni industriali e nel commercio; le donne hanno maggiori opportunita in settori come alimentare, grande distribuzione, sanita e tessile.

“Le Agenzie per il Lavoro – cha aggiunto Rasizza – sono il trampolino di lancio per entrare nel mondo del lavoro e costruirsi una professionalita. Molti nostri lavoratori entrano in azienda con un contratto breve e poi vengono assunti a tempo indeterminato. E un chiaro esempio di flessibilita buona che aiuta i lavoratori, le aziende e anche il mercato perche combatte il lavoro nero: noi, anche solo per un giorno di lavoro, emettiamo una busta paga regolare e versiamo i contributi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.