IMPRESE – Regina (Uir): in cerca di fondi spagnoli

IL CASO – Vignali: tutelare i piccoli azionisti di...

15 giugno 2009 Comments (0) Dalla home page

LAVORO – Istat: aumento retribuzioni più basso dal 2000

I dati Istat riguardano l’industria e il settore dei servizi

Le retribuzioni sono in crescita ma con un ritmo piu lento rispetto agli ultimi nove anni. Nel primo trimestre 2009 le retribuzioni lorde per Unita di lavoro a tempo pieno equivalenti (Ula) al netto degli effetti stagionali hanno registrato nel complesso dell’industria e dei servizi un incremento, rispetto al trimestre precedente, dello 0,1%. Per gli indici grezzi, rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, c’e stato un aumento dello 0,6%. Lo ha comunicato l’Istat specificando che al netto degli effetti stagionali, rispetto al trimestre precedente, l’indice registra una variazione nulla nell’industria e una leggera riduzione nei servizi (meno 0,1%). Il tasso di crescita tendenziale delle retribuzioni per Ula nel primo trimestre del 2009 e stato del 1,2% nell’industria e dello 0,1% nei servizi. All’interno del settore industriale, nel primo trimestre del 2009 le retribuzioni per Ula hanno segnato l’incremento tendenziale piu marcato nelle costruzioni (+2,8%). All’interno del terziario, la crescita tendenziale delle retribuzioni piu elevata si e manifestata nel comparto del commercio al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli (+3%). Si deve precisare che la variazione tendenziale negativa (-8,5%) registrata nel settore delle attivita finanziarie e assicurative e dovuta al confronto con il livello particolarmente elevato del primo trimestre 2008 che rifletteva la presenza di componenti retributive occasionali (arretrati e una tantum), erogate a seguito del rinnovo del contratto nazionale di lavoro. Un effetto analogo, sebbene di dimensione inferiore, ha riguardato il settore del trasporto e magazzinaggio dove si registra una variazione negativa di -0,8%.
Al netto degli effetti stagionali, gli oneri sociali per Ula hanno segnato una variazione congiunturale di -0,1% nel totale, con un diminuzione dello 0,2% nell’industria e dello 0,1% nei servizi. La dinamica tendenziale degli oneri sociali per Ula nel primo trimestre del 2009 e stata, nell’insieme dei settori dell’industria e dei servizi, inferiore a quella delle retribuzioni, con un incremento dello 0,3%. Nell’industria, gli oneri sociali per Ula hanno registrato un incremento tendenziale dello 0,8%. Nei servizi, la variazione e stata di +0,2%.
All’interno dell’industria, l’aumento piu marcato ha riguardato il settore della fornitura di acqua; reti fognarie, attivita di gestione dei rifiuti e risanamento (+2,8%). All’interno del terziario, la variazione tendenziale piu elevata (+3,1%) e stata registrata dal settore commercio al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.