ECOMMERCE-12.000 piccole e medie imprese italiane vendono su Amazon...

ALIMENTARI-Vendita a domicilio in crescita dello 0,7%: sempre più...

10 aprile 2019 Comments Off on LAVORO-Donne e ICT: un binomio vincente. Non solo in Ariadne Digital Commerciale

LAVORO-Donne e ICT: un binomio vincente. Non solo in Ariadne Digital

Il gruppo, in 5 anni, raddoppia il numero di donne nei ruoli strategici. Ma in Italia, la parità è ancora lontana: le professioniste, oggi, rappresentano solo il 30% del totale. Anche se, agli albori dell’informatica, erano soprattutto le donne ad occuparsi di programmazione.

 

Milano, marzo 2019. Da 6 a 15. Aumenta più del 50% il numero di donne in Ariadne Digital, società di Design e Engineering focalizzata da anni sullo sviluppo di piattaforme digitali evolute. Un settore che, almeno negli ultimi anni, si è rivelato poco incline alla presenza di quote rosa.

 

“In Italia – dichiara Marcello Ricotti, CEO di Ariadne Digital – le donne che lavorano nel settore hi-tech sono poco più del 30% del totale. Perché? Io penso che una parte della colpa sia da attribuire a pregiudizi che, ancora oggi, dipingono il nostro settore come freddo, adatto solo a fanatici della tecnologia e, soprattutto, quasi esclusivamente maschile. Una situazione molto diversa rispetto al passato: basti pensare che, negli anni ’50, sono state le donne ad occuparsi di programmazione e a gettare le basi per la costruzione dei computer moderni. E’ indispensabile cambiare completamente il punto di vista e iniziare a guardare le materie STEM non soltanto come codici e numeri, ma come strumenti innovativi, capaci di dare spazio alla creatività e abilitanti per risolvere problemi, spesso molto complessi”.

 

Ariadne Digital, un’azienda hi-tech in forte crescita e sempre più rosa. Negli ultimi 5 anni, l’azienda ha registrato una crescita a 360 gradi: il fatturato della società è aumentato del 100% negli ultimi 5 anni e il numero di dipendenti è cresciuto quasi del 65%. Nei prossimi mesi, inoltre, saranno inserite almeno altre 5-6 risorse in ruoli tecnici per la progettazione e lo sviluppo di sistemi digitali complessi con linguaggi PHP/J2EE e tecnologie di portale (Liferay/Drupal) e a micro-servizi.

 

“In una crescita di organico a livello generale – precisa Marcello Ricotti – un dato spicca notevolmente e ci rende davvero molto orgogliosi: il numero di donne, in ruoli per noi strategici (come ad esempio la gestione dei progetti o il coordinamento dell’assistenza clienti) è più che raddoppiato e spero che possa continuare a crescere. In Ariadne Digital non abbiamo quote rosa, scegliamo le persone indipendentemente dal sesso, dalla provenienza e da tutto quanto non riguarda la competenza professionale. Le studentesse di ingegneria sono sempre di più, sempre più brave e quindi ovviamente sempre più interessanti per l’azienda. Non mi stupirei se arrivassimo vicini al 50% dell’organico in pochi anni”.

 

Donne e ICT, un binomio vincente anche dal punto di vista economico. Secondo uno studio condotto dalla Consob, una maggiore percentuale (almeno pari al 17-20%) di donne nei CdA è determinante per aumentare le performance delle aziende. In particolare, la redditività del capitale aziendale aumenterebbe di 17 punti se dal 30% di donne si passasse al 40% e addirittura di 36 punti se si passasse a 50%.

Comments are closed.