IMPRESE – Ambiente: da Airbank corsi di primo intervento...

IMPRESE – Prestiti: agevolati, fondo perduto, per i giovani...

8 giugno 2011 Comments (0) News

LAVORO – Giovani: Marzano, se non si agisce si rinuncerà alla parte più vitale ed energica della società

I giovani sono la principale risorsa economica del Paese e investire su di loro significa puntare alla crescita di un’economia competitiva e dinamica. Lo ha affermato il presidente del Cnel, Antonio Marzano, in un’audizione presso la Commissione Lavoro della Camera, aggiungendo che “se non si agisce sull’occupazione giovanile si rinuncera alla parte piu vitale ed energica della societa”. In particolare, Marzano ha citato il fenomeno dei cosiddetti Neet (Not in Education, Employment, or Training): giovani in eta compresa fra i 20 ed i 29 anni che non studiano, sono disoccupati o inattivi, che appartengono cioe ad una ”fascia grigia” di sfiducia e di abbandono. I dati pubblicati dall’Ocse nel 2010 sull’occupazione giovanile parlano di 16,7 milioni di ragazzi che non studiano ne lavorano. Di questi 16,7 milioni, solamente 6,7 milioni sono in cerca di un impiego, i restanti 10 milioni hanno smesso di cercare.

”In Italia – ha osservato Marzano – la quota dei Neet e particolarmente elevata rispetto a quella degli altri Paesi dell’Ocse. Inoltre, mentre nella Ue a 27 la probabilita di essere Neet e inversamente correlata al grado di istruzione, in Italia tale relazione e invertita: i giovani fra i 25 ed i 29 anni con un’istruzione elevata rimangono fuori dall’occupazione, perche disoccupati o inattivi, e a livello geografico a Sud si registra una quota di Neet piu che doppia rispetto al Centro-Nord. Cio e dovuto non solo al piu elevato livello di disoccupazione che si registra nel Mezzogiorno, ma anche allo scoraggiamento che tocca in particolare le giovani donne. Inoltre, proprio a causa delle difficolta per l’inserimento nel mercato del lavoro si registra una piu alta percentuale di studenti tra i 25 ed i 30 anni al Sud (15%), rispetto alla percentuale di studenti rilevata al Centro-Nord (8,6%). Infine, da un esame delle caratteristiche del mercato del lavoro nel nostro Paese, emerge che al Sud solo un giovane su cinque tra i 20 ed i 30 anni ha un contratto di lavoro permanente, contro il 37% del Centro-Nord”.

”E’, quindi, fondamentale – ha concluso Marzano – dare attuazione al ‘Piano di azione per l’occupabilita dei giovani e delle donne’, promosso dai Ministeri del Lavoro, della Gioventu e dell’Istruzione, che individua alcune priorita strategiche e prevede uno stanziamento complessivo di un miliardo e 82 milioni di euro, suddiviso tra Ministero del Lavoro (486 milioni di euro), Ministero dell’Istruzione (492,5 milioni di euro) e Ministero della Gioventu (103 milioni di euro)”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.