LAVORO – Manovra: obbligo per i datori di lavoro,...

CARTELLI PUBBLICITARI – Manovra: aumentano le multe per pubblicità...

18 luglio 2011 Comments (0) News

LAVORO – Collocamento: la manovra apre l’intermediazione a nuovi soggetti, dai Comuni ai siti web no profit, dalle scuole alla Camere di commercio

Si sostituisce l’articolo 6 della Legge Biagi che disciplina i regimi particolari di autorizzazione allo svolgimento dell’attivita di intermediazione in materia di lavoro, introducendo misure di semplificazione amministrativa e volte ad assicurare la trasparenza operativa. In sintesi, si autorizza a svolgere attivita di intermediazione: le scuole, le universita, pubbliche e private, i Comuni (anche in forma associata e le comunita montane), le Camere di commercio, le associazioni sindacali e datoriali, i patronati, gli enti bilaterali, le associazioni senza fini di lucro, l’Enpals, i siti internet no profit e un apposito ente dell’ordine nazionale dei consulenti del lavoro (articolo 29, comma 1).

Per tutti i soggetti ammessi al “nuovo” collocamento l’autorizzazione all’attivita di intermediazione e subordinata all’interconnessione alla Borsa continua nazionale del lavoro per il tramite del portale Cliclavoro (secondo modalita definite con decreto del ministero del Lavoro da adottare entro 30 giorni), e al rilascio alle Regioni e al ministero del Lavoro di ogni informazione utile ai fini del monitoraggio dei fabbisogni professionali e al buon funzionamento del mercato del lavoro. Il mancato conferimento dei dati alla borsa continua nazionale del lavoro e punito con una sanzione amministrativa pecuniaria (da 2mila a 12mila euro) e con la sospensione dell’attivita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.