IMPRESE – Semplificazione: Brunetta, ridurrealmeno il 25% degli...

LAVORO – Videocon: dopo la sigla dell’accordo preliminare, il...

15 ottobre 2010 Comments (0) News

LAVORO – Emerson: chiude a Piove di Sacco e delocalizza, ma 300 dipendenti e l’intero indotto?

La multinazionale statunitense Emerson, azienda mondiale leader che produce condizionamento di precisione, ha sempre avuto nello stabilimento di Piove di Sacco, in provincia di Padova uno dei suoi punti strategici per il mercato europeo e medio-orientale ma  la grave crisi economica che ha colpito i mercati internazionali, ha portato l’azienda ad adottare strategie industriali volte a delocalizzare la produzione nello stabilimento di Nove Mesto, in Slovacchia, in considerazione del minor costo del lavoro. Lo ha ricordato al ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, il deputato leghista Massimo Bitonci con un’interrogazione volta a sollecitare l’assunzione di “iniziative per salvaguardare i livelli occupazionali del territorio interessato”.

Infatti, l’area di Piove di Sacco e, da molti anni, territorio di punta in Europa nel settore del condizionamento, tanto da essere nota con l’appellativo di “distretto del freddo”, visto anche l’elevato numero di imprese che aggrega lungo la filiera produttiva in tutta l’area della Saccisica. Pero, al termine del primo anno di cassa integrazione, il futuro per circa trecento dipendenti appare estremamente incerto, e la delocalizzazione delle linee produttive ha gia prodotto gravi ripercussioni sull’intero indotto, con un logico impoverimento del sistema produttivo ed occupazionale del territorio di Piove di Sacco  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.