L.STABILITA’-Novità: Iuc, spiagge, cartelle senza interessi e altro

BUSINESS-Canada: opportunità agli imprenditori europei

26 novembre 2013 Comments (0) Approfondimenti

INTERNZIONALIZZAZIONE-Forum Italia-Russia: accordo Sace-Veb

Mercato chiave per l’Italia e le sue imprese, oltre che hub strategico verso la Comunita degli Stati Indipendenti, la Russia si conferma primo paese nel portafoglio di Sace, con un’esposizione totale di 4,9 miliardi di euro ee nuove operazioni allo studio per oltre 3 miliardi di euro, la Russia si conferma il primo Paese estero nel portafoglio di Sace e una destinazione d’importanza strategica per le imprese italiane che puntano sull’internazionalizzazione per crescere.

Protagonisti della significativa pipeline di operazioni in corso di valutazione da parte di Sace, che partecipa al Business Forum in qualita di membro permanente del comitato di Presidenza del Foro di Dialogo Italo-Russo, sono i settori a medio-alta tecnologia che rappresentano l’eccellenza del Made in Italy: dalla meccanica strumentale al comparto aeronautico, dal chimico e petrolchimico alle infrastrutture.

Vladimir_Alexandrovich_Dmitriev_Chairman_of_Vnesheconombank_01Per rafforzare un potenziale di business che resta elevato nonostante il rallentamento congiunturale, l’amministratore delegato di Sace, Alessandro Castellano e Vladimir Dmitriev, presidente della banca di sviluppo russa Vnesheconombank (Veb) – creata con l’obiettivo di diversificare l’economia russa, renderla piu competitiva e favorire l’attivita di investimento – hanno firmato alla presenza dei primi ministri Enrico Letta e Vladimir Putin un accordo di cooperazione destinato a facilitare le relazioni economiche tra l’Italia e la Federazione Russa.

L’accordo e finalizzato a promuovere la cooperazione economica tra i due Paesi attraverso l’identificazione e il finanziamento di operazioni di mutuo interesse, nonche lo scambio diinformazioni tecniche sui progetti attuali e potenziali, confermando la partnership tra che nel tempo ha consentito di concludere numerose transazioni eaccordi operativi di successo: nel 2011,Sace e Veb, insieme alla francese Coface, hanno firmato un accordo per sostenerele vendite del Sukhoi Superjet 100 (SSJ100), velivolo sviluppatocon tecnologie russe, italiane e francesi; dal 2012 SACE e advisortecnico per il set-up di Exiar, la nuova agenzia russa per l’assicurazionedel credito all’esportazione e gli investimenti, interamente controllata da Veb.

459-0-20121116_142340_93D0D811_1Nonostante il calo del ritmo di crescita dell’economia russa, il potenziale offerto questo mercato resta elevato molto elevato per l’Italia. Fondato sulle solide basi del partenariato energetico, si prepara a offrire crescenti opportunita in un ventaglio sempre piu ampio di settori, anche in virtu del processo di progressiva diversificazione geografica e settoriale dell’economia russa. Il trend e gia evidente e trova riscontro anche nelle ultime previsioni degli economisti del gruppo Sace per i prossimi quattro anni. Nel periodo 2014-2017 al fianco dei tradizionali beni a medio-alta tecnologia (meccanica strumentale in primis) anche i beni di consumo piu tipici del Made in Italy (come moda, accessori, gioielli, e prodotti alimentari) metteranno a segno tassi di crescita dell’export a due cifre, associati a volumi considerevoli.

Sace e al fianco delle imprese italiane in Russia nella realizzazione dei grandi progetti strategici nel settore energetico e infrastrutturale e di un numero crescente di imprese di settori dei beni di consumo per sostenere la crescente domanda di Made in Italy di qualita da parte della classe media (e alta) che sta vivendo una forte fase di sviluppo. Il tutto grazie a un’expertise consolidata, a una pluriennale presenza in loco e alla costruzione di solide partnership con i primari stakeholder sul mercato russo. Sace e tra l’altro membro permanente della Task Force Italo Russa per lo sviluppo delle Pmi e dei Distretti.

Grandi progetti con forniture italiane

vtb_arena16VTB Arena Park: nell’ambito del sistema Export Banca, Sace ha garantito un finanziamento di EUR 474 milioni destinato alla costruzione, commissionata a Rizzani De Eccher, del VTB Arena Park: un complesso di alberghi, appartamenti, uffici e relative infrastrutture adiacenti allo stadio della Dynamo Mosca.

Tatneft: garanzia su un finanziamento di USD 144 milioni in favore di Taneco (Gruppo OAO Tatneft) per la costruzione di una nuova raffineria nella Repubblica del Tatarstan. Il progetto, del valore complessivo di USD 7,4 miliardi, vedra coinvolte varie imprese italiane tra cui Mangiarotti, Officine Luigi Resta, Walter Tosto e Weir Gabbioneta.

Nord Stream: garanzia su un finanziamento di EUR 500 milioni a Gazprom nell’ambito della fase II del progetto Nord Stream per la progettazione e realizzazione, ad opera dell’italiana Saipem, della seconda linea del gasdotto sottomarino che attraversera il Mar Baltico collegando Russia e Germania. L’operazione porta a oltre EUR 1,4 miliardi i finanziamenti sinora garantiti da Sace nell’ambito del progetto di cui la russa OAO Gazprom e sponsor principale.

internazionalizzazione-italia-russiaSviluppo estero di imprese simbolo del Made in Italy

De Cecco: garanzia su un finanziamento di EUR 16 milioni erogato a De Cecco per l’acquisizione del gruppo russo First Pasta.

Harmont & Blaine: garanzia su un finanziamento da EUR 1,5 milioni erogato a favore al marchio di abbigliamento Harmont & Blaine per attivita pubblicitarie e promozionali e per l’apertura di nuovi showrooms in Russia e in altri mercati emergenti.

Damiani: garanzia su un finanziamento da 11 milioni di euro erogato a favore del marchio di gioielleria Damiani per l’apertura di nuovi punti vendita all’estero e per l’implementazione di nuovi accordi di distribuzione in Russia e altri mercati.

Zuegg: garanzia su un finanziamento da EUR 14 milioni a Zuegg, per la realizzazione di uno stabilimento produttivo in Russia, operativo dal 2010.

Maccaferri: nell’ambito del sistema Export Banca, SACE ha garantito un finanziamento da EUR 36 milioni per sostenere il piano di investimenti industriali in Russia e in altri mercati del Gruppo Maccaferri, attivo nei settori dell’ingegneria ambientale, energetico e dell’agroindustria.

Sace e presente in Russia con un ufficio a Mosca guidato da Dmitry Prozorov.

(Foto di apertura, Enrico Letta e Vladimir Putin (Reuters)


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.