NORME-Come applicare il regolamento europeo sulla privacy negli studi...

IMPRESE-PRO-LAM: ecco la palazzina uffici da poco inaugurata e...

18 ottobre 2018 Comments Off on INTERNAZONALIZZAZIONE-Accordo SACE – Etihad Credit Insurance:maggiori opportunità di business tra Italia e EAU Commerciale

INTERNAZONALIZZAZIONE-Accordo SACE – Etihad Credit Insurance:maggiori opportunità di business tra Italia e EAU

In occasione del secondo Business Forum Italo-Arabo, SACE, l’agenzia di credito all’esportazione del Gruppo CDP, ed Ethiad Credit Insurance (ECI) hanno firmato un accordo di collaborazione finalizzato a rafforzare le opportunità di business tra i due Paesi.

La seconda edizione del Forum, che vede gli Emirati Arabi Uniti arrivare a Roma come Paese ospite, ha riunito rappresentati del Governo e Dirigenti di alto livello di entrambi i Paesi per trattare temi di interesse comune, incoraggiare potenziali partnership e facilitare lo scambio di informazioni e le opportunità di business tra Italia ed Emirati Arabi Uniti.

La firma dell’accordo è avvenuta presso la sede del Ministero dello sviluppo economico, alla presenza del Ministro Luigi Di Maio, il Sultano bin Saeed Al Mansoori, Ministro dell’Economia degli EAU e Vicepresidente del Consiglio di Amministrazione di ECI, e di Saed Al Awadhi, Amministratore Delegato del Dubai Export and Development Corporation e Presidente del Comitato Esecutivo di ECI.

Grazie a questo accordo, firmato da Alessandro Decio e Massimo Falcioni, Amministratori Delegati rispettivamente di SACE ed ECI, le due agenzie di credito all’esportazione si impegnano a rafforzare il rapporto di collaborazione tra l’Italia e gli Emirati Arabi Uniti, attraverso la condivisione reciproca di competenze e il sostegno alle opportunità di business tra i due Paesi.

Uno degli scopi principali dell’intesa è quello di intensificare gli scambi commerciali tra l’Italia e gli Emirati Arabi Uniti, focalizzandosi sull’IndustriaHalal attraverso soluzioni assicurativo-finanziarie coerenti con i principi della finanza islamica (Shariah-compliant).

Inoltre, SACE ed ECI creeranno una Task Force dedicata, collaborando su sette diversi filoni di attività: assicurazioni, riassicurazioni e recupero crediti; condivisione di competenze; programmi di formazione tecnica; soluzioni assicurativo-finanziarie coerenti con la finanza islamica;promozione degli scambi (attraverso eventi, workshop, B2B); programmi di investimenti e di internazionalizzazione; sostegno alle PMI.

Siamo onorati di poter collaborare con un player di primissimo piano negli Emirati come Ethiad Credit InsuranceStringere legami commerciali più forti tra i due Paesi e aumentare gli investimenti negli Emirati rappresenta infatti una chiave di volta importante per le nostre rispettive economie –ha dichiarato Alessandro Decio, Amministratore Delegato di SACE, durante la cerimonia di firma dell’accordo –. Il nostro ufficio di Dubai, che ha in pipeline progetti per un valore di 5 miliardi di euro, ricoprirà un ruolo importante nella Task Force, a conferma della sua funzione di ‘ponte’ tra l’Italia e gli Emirati Arabi Uniti.”

“La nostra collaborazione con SACE rappresenta una parte importante del ruolo di ECI a supporto di export, scambi commerciali, investimenti e sviluppo di settori strategici non legati all’Oil&Gas, in linea con ‘Vision 2021’, il Programma nazionale degli Emirati Arabi Uniti,” ha dichiaratoMassimo Falcioni, Amministratore Delegato di ECI. “L’Italia è uno dei principali partner commerciali degli Emirati Arabi Uniti tra i Paesi UE, così come gli EAU lo sono per l’Italia. Attraverso una mutua collaborazione in differenti aree, questo accordo è finalizzato a consolidare ulteriormente la relazione commerciale tra i due Paesi.”

Il volume degli scambi tra i due Paesi ha superato i 6 miliardi di euro nel 2017. È cresciuto l’import di prodotti dall’EAU verso l’Italia, e gli Emirati Arabi Uniti sono stati i primi nell’area MENA per l’export italiano dei settori agricolo e alimentari e bevande.

Altri settori ad alto potenziale per attività di business includono alluminio e acciaio, ceramica, energie rinnovabili, meccanica, trattamento dei rifiuti, tecnologie industriali, infrastrutture e costruzioni, industria alberghiera, moda e gioielli, agroalimentare e bevande.

Comments are closed.